Borsa lavoro per disabili

Al via i tirocini

L’Ambito Territoriale Sociale di Galatina, al fine di favorire azioni sperimentali di promozione, sostegno ed accompagnamento volte all’inclusione sociale e lavorativa di soggetti affetti da disturbi psichici, ha provveduto all’avvio di 14 tirocini di riabilitazione al lavoro, della durata di dodici mesi, finanziati con fondi previsti nel Piano di Zona

Il tirocinio di riabilitazione al lavoro è uno strumento di integrazione sociale a favore dei soggetti con disabilità psichica nell’ambito di un percorso orientativo e professionalizzante, che non si configura in alcun modo quale rapporto di lavoro o di subordinazione, né rappresenta una forma di integrazione del reddito. Tali tirocini formativi sono stati attivati presso i Comuni, Aziende private e pubbliche e Associazioni operanti sul territorio, di concerto con il CSM e il Centro per l’Impiego di Galatina. Tutti i tirocini rientrano tra le attività previste nei progetti individualizzati d’intervento programmati dai servizi e perseguono i seguenti obiettivi e/o finalità: -Favorire l’integrazione sociale attraverso l’inserimento lavorativo; -Acquisire e sviluppare capacità adattive e competenze specifiche in un contesto ambientale produttivo; -Promuovere una sensibilità sociale nei confronti della disabilità psichica. I 14 beneficiari individuati, residenti da almeno un anno nei comuni dell’Ambito, vengono seguiti da un tutor aziendale, che vigilerà sull’andamento del tirocinio. Enorme soddisfazione è stata espressa dai Sindaci dei Comuni dell’Ambito Zona di Galatina per il lavoro svolto dagli uffici preposti e per la disponibilità manifestata dalle Aziende coinvolte nel progetto, indispensabili per la realizzazione dello stesso.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!