Tumori. Bimbi curati a casa

Iniziativa della Regione Puglia

Nella prima fase di avvio saranno una ventina i bambini assistiti a casa dagli infermieri e dai medici del reparto di Oncologia del Policlinico di Bari. Parte l’iniziativa della Regione Puglia

Lo prevede la convenzione – della durata di un anno – per l'assistenza domiciliare oncologica pediatrica varata dalla Regione Puglia, fra le prime in Italia a realizzare il progetto. Il centro regionale sarà nel Policlinico, cui fanno riferimento 100 bambini malati di tumore. In tutta la Puglia sono mille invece gli ammalati, anche se il bacino territoriale di utenza sarà per il momento quello di Bari e Barletta. Centomila gli euro stanziati dalla Regione all'Apleti, l'associazione che curerà il progetto. “L’iniziativa del Presidente Vendola è lodevole e risponde con efficace e grande sensibilità alla più devastante tragedia che colpisce ormai migliaia di bambini e quindi di famiglie in tutto il Paese – afferma il Portavoce dei Piccoli Comuni, Virgilio Caivano – con conseguenze terribili per intere comunità. Al Presidente Vendola – continua il Portavoce dei Piccoli Comuni – chiediamo di insistere sul tema della prevenzione e della ricerca per fare in modo che migliaia di bambini possano trovare risposte vere al male del millennio. La nostra azione su questo terreno è di totale sostegno per tentare di ridare fidicia ai cittadini nell'opera importante della politica e delle Istituzioni di ogni ordine e grado – sono le conclusioni del Portavoce dei Piccoli Comuni. Andrea Gisoldi

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!