Promessi sposi in attesa del 'si'

Parte la fiera di Galatina

Prestigiosa novità in quel di Galatina. La manifestazione tutta dedicata agli sposi ha da poco ottenuto il riconoscimento di Salone nazionale, premio nelle mani di un evento che da dodici anni raccoglie presso il Quartiere fieristico di Galatina migliaia di visitatori e centinaia di espositori

“Promessi Sposi” è diventato un cult per il territorio salentino, in quanto riesce a far incontrare domanda ed offerta di mercato nel modo più semplice ed affascinante allo stesso tempo. Le aziende che espongono in questa rassegna, tutte rotanti attorno al pianeta matrimonio, realizzano, infatti, il 40% del loro fatturato annuo proprio durante i 4 giorni della manifestazione, perché le coppie di futuri sposi scelgono in quest’occasione almeno l’80% degli articoli o dei servizi per le loro nozze, risparmiando dal canto loro in tempo ed in stress: ecco come si realizza un perfetto equilibrio tra domanda ed offerta! Giunge preparatissima al suo dodicesimo appuntamento, dunque, questa kermesse dal volto più raffinato e dall’animo più sapiente, presentando una novità logistica, dopo quella di merito. Per l’edizione numero 12, infatti, l’agenzia che organizza “Promessi Sposi”, la “Pubblivela”, ha voluto incrementare l’offerta espositiva, anche in seguito alle numerose richieste di possibilità espositive giunte dalle aziende del territorio. Perciò il Quartiere fieristico sarà dotato di un terzo padiglione, ottenuto mediante l’allestimento di una tensostruttura di 2500 mq, collegata con dei tunnel ai due tradizionali padiglioni e che consentirà di portare il numero delle aziende espositive da 200 a 300. Questi 300 espositori sono pronti ad incantare gli sposi promessi attraverso le loro creazioni: mille abiti da sposa, di tutte le produzioni, nazionali e locali, e per tutte le tasche; 30 sale da ricevimento, per centrare il luogo giusto del ristoro post-cerimonia; agenzie di viaggi per pianificare sogni di miele, wedding planners pronti ad organizzare ogni dettaglio di un matrimonio, fioristi, maestri dell’addobbo, hair stylists e make-up artists, fotografi che cattureranno artisticamente i momenti più emozionanti, liste nozze e bomboniere per accessoriare una vita in due, aziende pasticcere e di catering, animazione e intrattenimento d’ogni genere, auto d’epoca per dare un tocco di sontuosa eleganza agli spostamenti, arredo d’interni per vestire il proprio nido d’amore, e………..se ho dimenticato qualcosa visitate “Promessi Sposi”, ci sarà anche quella!!! Sponsor della manifestazione: “Costa Crociere”. Figlia di “Promessi Sposi” è la rivista di settore “Sì”, al suo secondo anno di vita. Sarà in edicola dai primi di gennaio e per tutto il 2008, e raccoglierà ogni particolare elemento, utile per giungere all’altare; saranno presenti, ad esempio, le collezioni di tutti gli stilisti di abiti da cerimonia, nazionali e salentini. Certamente un’ottima vetrina per le produzioni locali ed un ottimo servizio per le coppie di futuri sposi! Ci sarà anche uno spazio che riporterà delle interviste fatte ad operatori del settore matrimonio, su stili, novità e tendenze del momento. Da non perdere! Il Salone nazionale “Promessi Sposi” vi attende presso il Quartiere fieristico di Galatina, in Via I. De Maria, dal 31 gennaio al 3 febbraio 2008, nelle seguenti fasce orarie: 31 gennaio, 1 e 2 febbraio – ore 16:00-22:30 3 febbraio – ore 9:30-13:30 e 15:00-22:30

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!