AQP taglia l’acqua agli inquilini Iacp

Interviene Roberto Marti

Parte da oggi il presumibile disagio che subiranno alcuni inquilini delle case Iacp della zona 167 di Lecce a seguito della annunciata interruzione da parte di Acquedotto Pugliese della fornitura idrica

L’assessore all’Ufficio Casa Roberto Marti chiede alla Regione Puglia di intervenire per risolvere questa situazione di forte penalizzazione per tantissime famiglie Iacp da oggi sprovviste di acqua. “La Regione – afferma l’Assessore – ha il dovere di impedire che Aqp tagli l’acqua a queste famiglie. Si tratta di un bene di prima necessità, per il quale valgono ragioni di buon senso prima ancora delle norme e delle regole scritte. E’ piuttosto discutibile questo comportamento di fronte a casi di conclamata e grave indigenza, ma anche alla situazione infrastrutturale di molti immobili. Peraltro, pur non essendo in discussione l’autogestione è chiaro che lo Iacp avrebbe dovuto prima porre in essere la sistemazione degli impianti. Questo stato di cose è anche il frutto dei pasticci che l’ente regionale ha compiuto sul percorso della regolarizzazione onerosa per occupatori abusivi e assegnatari morosi, prevista nella Legge di Bilancio 2005. La Regione intervenga prima del 14 gennaio – chiede con forza Roberto Marti – ed eviti un desolante accanimento nei confronti di una fascia della popolazione che già vive un disagio profondissimo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!