Incontro sulle biomasse

Dibattito in comune

A Casarano il caso della centrale a biomasse sarà discusso in Consiglio Comunale. Paolo Zompì, presidente del Consiglio Comunale, sta predisponendo gli atti per convocare una sessione ad hoc

Non si placano le polemiche per l’iniziativa dell’esecutivo di organizzare un incontro con “Italgest Energia” sul progetto, incontro che si è svolto mercoledì scorso. I consiglieri comunali di Forza Italia e dell’Udc (Giampiero Marrella, Luigino Bartolomeo, Antonio Gatto e Francesco Ferrari), con una nota congiunta, attaccano il sindaco Remigio Venuti per aver escluso l’opposizione dal vertice e insistono sulla scarsa trasparenza dell’esecutivo. “Noi consiglieri di opposizione – si legge nella nota, carica di sarcasmo – non siamo stati ritenuti degni di essere invitati alla riunione che il sindaco, i segretari dei partiti di maggioranza, i consiglieri di maggioranza, si badi bene in composizione allargata con le liste civiche, hanno tenuto presso il Comune di Casarano per la presentazione del progetto. V’è stata anche la partecipazione del Patron della Italgest, di quello della Filanto e dei tecnici della Italgest – ricorda la nota – che hanno illustrato il progetto ai presenti per il quale l’amministrazione comunale ha detto in sostanza che tutto va bene e che la centrale s’ha da fare! Ed ancora noi consiglieri di opposizione, e voi sudditi, non abbiamo avuto modo di vedere il progetto e di interloquire con i tecnici e con l’amministrazione”. I consiglieri concludono la nota, con l’impegno di adoperare “ogni legittimo ed utile strumento per conoscere del progetto, del futuro della città e del destino dei suoi cittadini che vorremmo guardassero per una volta al di là della nebbia rosso-blu ed oltre le centinaia di posti di lavoro in più, magari all’ospedale”. “Credo che le forze politiche di opposizione – risponde il sindaco – abbiano i mezzi per organizzare un incontro con l’azienda per avere un confronto. Non credo che la Italgest sia contraria. Tuttavia, durante l’anno noi facciamo decine e decine di incontri di maggioranza per preparare decisioni che, come forza di governo, abbiamo il dovere di prendere. A maggior ragione per questo argomento. Diverso è l’iter istituzionale – prosegue Venuti – che quando sarà formalizzato sarà necessario coinvolgere tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale e su questo ci sta già pensando il presidente Zompì”. Dopo aver ribadito che la documentazione relativa al progetto è a disposizione di tutti presso la segreteria del Comune, Venuti ha affermato che l’incontro con il Gruppo Italgest “è stato positivo” e che “si è svolto in un clima di grande serenità e di rispetto reciproco. Credo – ha aggiunto – che sia stato molto utile per arrivare ad una decisione ponderata, che tenga conto prioritariamente della tutela e della salute dei cittadini, ma con lo sguardo rivolto alla necessità di costruire un nuovo modello di sviluppo, che dia garanzie occupazionali nel rispetto dell’ambiente e del territorio”. Venuti, infine, non ha escluso l’organizzazione di un incontro con i cittadini sull’argomento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!