Parte il Treno della Memoria 2008

Gli animatori in Cracovia

È partito ieri il treno della memoria 2008. Gli animatori stanno già svolgendo il loro periodo di formazione a Cracovia

L'associazione culturale ed ente di promozione sociale “Terra del Fuoco-Lecce” organizza la terza edizione del progetto “Treno della Memoria”. Quest'anno l’evento si svolgerà su scala regionale, grazie al sostanzioso supporto di Guglielmo Minervini, Assessore alla Trasparenza e alla Cittadinanza Attiva della Regione Puglia. Molte le scuole da tutte le province pugliesi che vi parteciperanno insieme ad una delegazione di undici persone. Il Treno dei 25 animatori è già partito ieri dalla stazione di Bari Centrale, per un week-end di formazione a Cracovia. Infatti, per essere pienamente coscienti di quello che sarà il loro ruolo sul Treno e durante tutto il viaggio, partecipano a questa tre giorni in cui, oltre a visitare i campi di Auschwitz e Birkenau, riceveranno delle informazioni su tutte le attività che dovranno svolgere insieme ai ragazzi,e conosceranno la città di Cracovia, dove i 650 ragazzi delle scuole dovranno alloggiare. Tanta la voglia di conoscere e calarsi in una realtà tanto amara quanto incomprensibile, ma con l'intento di poter trasmettere alla maggior parte, lo spirito di un viaggio quale è il “Treno della Memoria”. Evento fondamentale, anche se non isolato, del percorso associativo di “Terra del Fuoco-Lecce”, che lavora affinché il numero dei ragazzi che possono parteciparvi, aumenti ogni anno per far cogliere a tutti il significato e la spinta all'impegno quotidiano, che tale viaggio può dare.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!