Lecce cresce

Sono stati resi noti i dati sulla nati-mortalità delle imprese salentine tra il terzo trimestre del 2006 e il terzo del 2007

I dati relativi all’andamento dell’economia salentina aggiornati al terzo trimestre 2007 sono positivi. Alfredo Prete, presidente della Camera di commercio di Lecce, esprime la sua soddisfazione, ma mette in guardia: “Bisogna prestare attenzione all’evoluzione economica in atto, in modo da sfruttare al meglio ogni possibilità”

Il confronto percentuale dei dati relativi all’andamento della nati-mortalità delle imprese tra il terzo trimestre del 2006 e il terzo trimestre del 2007 ha posto la provincia di Lecce al secondo posto a livello nazionale (+ 26.1%) preceduta solo dalla città di Enna, che ha fatto segnare un incremento del 117%. Se, invece, viene preso in considerazione il numero delle iscrizioni la provincia di Lecce si attesta al quarto posto, subito dopo le città di Milano, Roma e Torino. Quest’analisi dimostra che è sempre più forte la spinta a creare nuove imprese, a testimonianza di un sistema imprenditoriale salentino vitale, soprattutto nei settori del commercio, delle costruzioni, delle attività immobiliari e dei servizi. Diventa fondamentale, pertanto, l’intervento delle istituzioni per accompagnare questo percorso e non disperdere il know –how delle piccole imprese. “I dati commentati dalla Camera di Commercio di Milano testimoniano la grande vivacità imprenditoriale della provincia leccese – ha dichiarato Alfredo Prete, presidente della Camera ci Commercio di Lecce -. Occorre guardare al futuro con attenzione e rinnovato ottimismo, confidando nella bravura e nella lungimiranza di una classe imprenditoriale che ha tutte le carte in regola per imporsi a livello nazionale ed internazionale. Bisogna però prestare, al contempo, molta attenzione all’evoluzione economica in atto, in modo da sfruttare al meglio ogni possibilità, contribuendo, ognuno per quanto gli compete, alla crescita dell’economia della nostra provincia. Mi preme rammentare che questi dati sono stati pubblicati e diffusi dall’Ente camerale salentino nel mese di ottobre 2007”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!