Dimissioni al circolo An di Neviano

Mantovano. Senatore di An o senatore del

Il direttivo e il presidente in carica, giorni fa hanno spedito una lettera al presidente nazionale di Alleanza Nazionale, Gianfranco Fini, per rassegnare le rispettive dimissioni dalle cariche politiche ricoperte in seno al circolo

Tale decisione, presa all’unanimità dal presidente del Circolo Adriano Napoli e da tutti i componenti del direttivo, che rappresentano ben 111 tesserati, è stata presa per protestare contro l’ambiguo comportamento di Alfredo Mantovano che il 26 dicembre scorso ha inaugurato a Neviano l’apertura di un circolo politico alternativo e concorrente al circolo locale di Alleanza Nazionale. Poiché Alfredo Mantovano, ancora oggi a Roma siede in Parlamento e prende lo stipendio da senatore solo ed esclusivamente grazie ad Alleanza Nazionale, i componenti del direttivo del Circolo di Neviano ritengono immorale e gravissimo che lo stesso senatore, ogni volta che torna a Lecce si trasformi da senatore di AN a senatore di un movimento politico alternativo ad AN che sta già facendo campagna elettorale per le prossime provinciali e sin d’ora sta sottraendo consensi e rappresentanti politici e istituzionali ad Alleanza Nazionale. I dirigenti nevianesi di AN, sapendo benissimo che il problema Mantovano non dipende dalla Federazione di Lecce o dal Coordinamento Regionale del partito, hanno voluto investire sulla questione direttamente il presidente nazionale del Partito, Gianfranco Fini, comunicandogli le dimissioni in blocco e chiedendogli urgenti provvedimenti in merito. Siamo fiduciosi che il presidente Fini comprenda l’enorme disagio del partito, non solo del circolo di Neviano, e intervenga immediatamente sulla questione, anche per evitare ulteriori forme di protesta. Il presidente Adriano Napoli

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!