Fa canestro la prima della Caroli Hotels Cup

Emozione e partecipazione alla cerimonia di inaugurazione del torneo

Destagionalizzare le presenze di turisti sul territorio salentino e promuovere la socializzazione e il benessere. Il torneo di basket under 13 Caroli Hotels Cup, ufficialmente partito ieri, si pone questo duplice obiettivo. Ma per incrementare gli scambi Puglia-Paesi dell’Est altre novità sono in cantiere

Chi pensa che il Salento sia meta turistica solo d’estate, si sbaglia di grosso. Perché proprio in questi giorni post-natalizi il territorio del Tacco d’Italia è stato preso di mira da turisti provenienti dal Nord Italia e non solo; anche dai paesi dell’Est, vedi la Lituania e i limitrofi. Ciò dimostra che quando le ricchezze ambientali e paesaggistiche si coordinano ad una attenta capacità di organizzazione e promozione, il gioco è fatto. E di gioco è proprio il caso di parlare visto che uno dei motivi che ha portato alla fine dello Stivale tanti visitatori stranieri è il torneo internazionale di basket under 13 Caroli Hotels Cup. La manifestazione che, partita ufficialmente ieri, si chiuderà il 6 gennaio, giorno dell’Epifania con la proclamazione del team vincitore e tante iniziative correlate (ad esempio, la Befana della Solidarietà, che si svolgerà proprio nella giornata di chiusura del torneo). Alla cerimonia di apertura ufficiale del torneo, che si è svolta nella mattinata di ieri presso la riserva naturalistica Torre del Pizzo di Gallipoli, erano presenti le rappresentative under 13 di Benetton Treviso, APL Udine, Arvydas Sabonis Basketball School, Selezione Basket Salento, Aurora Brindisi, Scavolini Pesaro, Patavium Petrarca Padova, Basket Rimini, accompagnati dai tecnici e da numerosi genitori al seguito. Particolarmente significativa ed emozionante è stata la lettura del giuramento di lealtà sportiva da parte di un giocatore della Patavium Petrarca e del capitano della squadra lituana, anticipata dall’esecuzione degli inni nazionali dell’Italia e della Lituania. Al termine la squadra lituana ha voluto donare in segno di amicizia una maglia autografata del mitico Arvydas Sabonis. Insieme ai giovani cestisti una delegazione ministeriale, tra cui il rappresentante del Comitato Affari e Gioventù, ed imprenditori lituani interessati ad avviare interscambi commerciali con l’Italia accompagnati da Lilia Fortunato Tatò, console lituano in Puglia. Già nel pomeriggio i giovani talenti del basket hanno dato dimostrazione della loro abilità cestistica nelle prime quattro gare che si sono svolte presso il centro sportivo Parco Ricchello di Taviano. La bella idea di coinvolgere gli under 13 in un torneo di qualità è del gruppo Caroli Hotels, amministratore Attilio Caputo, che ha in mente altri grandi progetti: collegare questa iniziativa, ad esempio, al torneo di calcio giovanile, che si tiene ogni anno nel periodo di Carnevale sempre ad opera di Caroli Hotels. “Una sorta di biennalizzazione dello sport giovanile”, come spiega lo stesso Caputo, per la quale il Salento ospiterà ad anni alterni il torneo di calcio, nel consueto periodo carnevalesco, ed il torneo di basket nel periodo post-natalizio. “Il nostro intento – continua Caputo – è rendere le due manifestazioni degli appuntamenti fissi; lo facciamo in primo luogo per dare movimento al nostro territorio; abbiamo scelto lo sport perché è un modo sano di promuovere l’incontro, la socializzazione ed il benessere; e poi abbiamo guardato anche al turismo e al bisogno della nostra terra di destagionalizzare i flussi di visitatori. Siamo più che soddisfatti, dal momento che abbiamo potuto contare circa 300 arrivi”. Ma l’offerta di turismo e divertimento sano non si esaurisce con il torneo. Infatti Caroli ha pensato a speciali pacchetti-vacanza volti al rafforzamento dei collegamenti e degli scambi tra Italia e i territori di Lituania, Lettonia ed Estonia: voli ad hoc dalla Lituania a Brindisi (con scalo a Roma) resi possibili da un particolare accordo tra le compagnie aeree Air Baltic ed AirOne e convenienti condizioni di soggiorno. Sembra che tutti i presupposti per nuovi e proficui scambi ci siano. E pare anche che la rappresentativa lituana di giovani cestisti sia di grande valore sportivo, al punto che una sua vittoria assoluta del torneo è assai probabile. Vedremo. Sarebbe un buon modo per dare il benvenuto ai vicini di casa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!