Ieri Tarzan, oggi Alex

Dal Vodafone Cervia alla De Filippi

Di telecamera in telecamera, di reality in reality, il nostro fa sempre centro. Ieri, nel campo di calcio. Oggi, nello studio di “Uomini e donne” targato Maria De Filippi. Giovanni Conversano, detto Tarzan, è il papabile prossimo tronista. Per ora gli tocca solo la poltrona di corteggiatore. Conteso

Se qualche anno fa si faceva chiamare Tarzan (erano gli anni di “Campioni”, il reality show che si giocava davvero sui campi di Eccellenza della squadra di calcio del Cervia e lui di questa squadra era il centrocampista) adesso ti basta dire in giro Giovanni Conversano (anzi ti basta dire anche meno, ovvero solo “Giovanni”, se poi puntualizzi “di Uomini e donne”) ed il gioco è fatto. Tutti almeno una volta lo avranno visto in tivù. E chi se l’è perso come calciatore sponsorizzato Vodafone ha numerose occasioni (praticamente ogni pomeriggio) per vederlo seduto su una comoda poltrona rossa a corteggiare una tronista. Non credo sia il caso che vi spieghi nuovamente che cosa, anzi chi, sia una tronista. Vi dico solo che la preferita di Giovanni si chiama Serena ed è sarda. Ciò che ha fatto di Giovanni (per chi non lo sapesse trattasi di un leccese purosangue) il “Giovanni di Uomini e donne” è stato il suo zig-zagare tra le troniste. In trasmissione ce ne sono due e lui prima ne corteggia una e poi cambia idea e corteggia l’altra. Ma se con la prima (Angela, al secolo) sembrava portare avanti lui i giochi, con la seconda (Serena, appunto) il nostro ci è apparso smarrito, confuso, innamorato (?), ma non chiedeteglielo perché vi dirà che “amore è una parola grossa, diciamo che sono preso”, come da copione. L’enigma del secolo è se il Giovanni in questione sia “vero” (sono termini tecnici della trasmissione, mica usati a caso; attenzione, quindi, ad entrare subito in gergo) oppure se stia solo recitando; il che sembra venirgli piuttosto bene visto che il leccese ha pure debuttato come attore in un film che si chiama “Alex: in una notte” o qualcosa del genere e che dovrebbe uscire a Natale (non ce lo perdiamo, mi raccomando!). Insomma, di telecamera in telecamera il centrocampista salentino è sempre al centro. Una volta del campo, stavolta dello schermo. E pare bravino (come calciatore non lo so, non sono un’appassionata e me ne intendo poco), anzi come corteggiatore posso dire che rispecchia il prototipo (di questo sono esperta), perché: – non fa mai affermazioni chiare del tipo “mi piaci”, “se mi scegli ti dico di sì”, ma lascia intendere, lascia supporre, rimanda ad un domani chi vuole risposte sul momento; – non si scompone mai ma mantiene sempre il suo a-plomb da perfetto corteggiatore e papabile prossimo tronista; – ha i capelli pieni di gelatina-brillantina-cera(lacca) e porta giacche eleganti. Tifiamo per lui, signore. Se non altro, non è il solito belloccio che ripete le solite tre parole a malapena. Il Conversano ha studiato e dimostra proprietà di linguaggio. E di questi tempi, si sa, è merce rara. In bocca al lupo dalla tronista in persona. // Carta d’identità Nome: Giovanni Cognome: Conversano Soprannome: Tarzan Nato a: Lecce il 07/05/1979 Titolo di studio: laureato in Scienze dell'educazione Altezza: 180 cm Peso: 77 kg Segno zodiacale: toro

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!