“Teomostro” a Leuca: protesta l'Uaar

Intervento di Giacomo Grippa (unione atei e agnostici Lecce)

Giacomo Grippa, dell'Unione atei e agnostici di Lecce contesta la decisione del Sindaco di Castrignano del Capo di costruire un santuario in gado di ospitare mille persone. Un investimento, afferma, che contrasta con i limiti e le finalità, assunti dal DRAG, il nuovo documento regionale di assetto generale del territorio

Si vuole realizzare a Leuca, la cittadina salentina nota per le sue bellezze costiere e paesaggistichee un doppio santuario per ospitare mille persone. Il progetto,concepito dal vescovo di Ugento che il Sindaco del Comune di Castrignano del Capo, Ferraro, saluta come manna dal cielo, è opera dell'architetto romano, Stivala. La punta proprio dello stivale è località turistica, meta agognata di vacanzieri, territorio di non diretta rilevanza religiosa, si troverebbe ad essere investita da un ulteriore giro turistico per “credenti”. L'investimento confessionale, grazie agli innumerevoli sostegni ed esenzioni, come per l'Ici, si rivela come un boccone sicuro e sostanzioso per le finanze ecclesiastiche. Contro questa realizzazione è scesa già in campo con una pubblica denuncia l'associazione Italia Nostra, a cui si associa l'Uaar. L'impatto di un tale teomostro, di una megastruttura turistica sull'ambiente, sul paesaggio, sulla mobilità è inconfutabile, senza accennare a tutti gli altri negativi fenomeni riflessi che il Comune preferisce sottovalutare. La contestazione del progetto speculativo dovrà interessare per prima la Regione, insieme a tutte le forze politiche, culturali, professionali, libere e laiche. Il poco illuminato investimento contrasta con i limiti e le finalità, assunti dal DRAG, il nuovo documento regionale di assetto generale del territorio; non si concilia con la filosofia e le iniziative che il presidente del FAI, Giulia Crespi, ha da ultimo ribadito, a tutela del paesaggio; è incompatibile con gli impegni rilanciati dal Ministro della Cultura, Rutelli, al convegno:SOS Ambiente, celebratosi di recente ad Assisi, per un'alta qualità dell'ambiente e del progettare . Giacomo Grippa, Uaar, unione atei e agnostici -Lecce

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!