Italgest in scena alla Fiera di Milano

Un modo nuovo di comunicare all'esterno

Dal 22 al 25 novembre Italgest sarà presente con un proprio stand alla Campionaria delle qualità italiane presso la Fiera di Milano e si presenterà al pubblico attraverso il teatro sostenibile

Ci sarà anche Italgest alla Campionaria delle qualità italiane che si terrà dal 22 al 25 novembre presso la Fiera di Milano. Nata dall’accordo tra Fondazione Symbola di Ermete Realacci, la Fiera di Milano Spa ed Expocts, la Campionaria ha l’obiettivo di consolidare e diffondere il modello di sviluppo della soft economy, puntando sulla qualità come filo conduttore e sul riconoscimento e la promozione di un nuovo made in Italy, restituendo così la foto di gruppo dell’Italia capace di sfidare il futuro. Italgest, attiva nei settori dell’energia e dell’innovazione tecnologica ponendo particolare attenzione all’ecocompatibilità, alle fonti rinnovabili ed allo sviluppo sostenibile, parteciperà alla Campionaria con un proprio stand. “L’impresa non può essere intesa quale semplice attore economico – afferma Paride De Masi, amministratore delegato Italgest – ma punto di riferimento culturale per il territorio, nonchè protagonista della qualità. Promuovere e sostenere la qualità della vita e la salvaguardia dell’ambiente attraverso le arti visive è la nostra nuova idea”. Italgest infatti si presenterà alla Campionaria con un nuovo linguaggio. “Abbiamo scelto il teatro sostenibile multimediale per proporci al pubblico. Con la direzione artistica di Claudio Pedone e Koinè – continua De Masi – promuoveremo i nostri prodotti ed i nostri progetti: dagli acquisti verdi, alle boe telematiche, al polo integrato per l’energia rinnovabile. Un modo nuovo di mettere in vetrina le proprie competenze e le proprie idee contribuendo al rilancio economico del Paese in chiave sostenibile”. La vetrina milanese sarà l’occasione per far conoscere la qualità italiana in tutte le sue declinazioni: dalle produzioni manifatturiere e artigianali a quelle industriali di punta, dalla ricerca al marketing territoriale, dall’architettura e dal design al turismo, fino ai prodotti di largo consumo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!