Franco Battiato a Lecce

Duplice incontro con l'artista

Sarà a Lecce giovedì 15 novembre Franco Battiato. Sono previsti due incontri con l'artista che presenterà il suo ultimo film “Niente è come sembra”

Si intitola “Niente è come sembra” il nuovo film di Franco Battiato, trama scritta con Manlio Sgalambro: una sorta di Grande Fratello in cui credenti, atei e dubitanti sono chiusi in una casa Battiato. «Un altro film, ossessivo, su Dio», dice il cantautore e regista che torna nella Città del Barocco per presentare il suo ultimo lavoro, uscito nelle librerie lo scorso 1 novembre. L’evento è organizzato dalla libreria Liberrima di Lecce, con il patrocinio del Comune di Monteroni e dell’Università del Salento. Sponsor ufficiale dell’evento CEM Costruzioni- Civilitas. Un duplice incontro quello che vedrà protagonista Franco Battiato giovedì 15 novembre. Alle ore 16,30 “Niente è come sembra” sarà proiettato gratuitamente presso la Facoltà di Ingegneria, Corpo Y, Aula Y1 (edificio adiacente La Stecca), sulla via per Monteroni. L’artista incontra gli studenti alla presenza del Magnifico Rettore Domenico Laforgia. Alle 19,30 seconda proiezione della pellicola, presso il Circolo Cittadino di Lecce, in via Rubichi, dove l’incontro si inserisce nell’ambito della rassegna “Indovina chi viene a cena: degustazioni gastronomiche, letterarie e musicali”. A seguire, dopo la proiezione del film e l’incontro con l’autore, degustazione itinerante di Finger Food sulle musiche di Franco Battiato. Tra gli attori anche Pamela Villoresi. Sarà presente anche Gino Santoro, docente di Storia del Teatro, Spettacolo e Scenografia presso l’Università del Salento, Stamms. Prenotazione biglietti per il Circolo Cittadino presso Liberrima, Corte dei Cicala. Infoline 0832.242626.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!