Gallipoli. La palestra del Magistrale negata alle associazioni sportive

Giuseppe Coppola di Forza Italia scrive all'assessore allo sport

Da quest’anno la palestra dell’Istituto Magistrale di via Torino non è più a disposizione delle associazioni sportive per lo svolgimento delle attività agonistiche. Una decisione assunta dal Dirigente scolastico e dal Consiglio d’Istituto, ritenuta lesiva nei confronti delle giovani generazioni gallipoline che vorrebbero continuare a svolgere la loro attività sportiva. Giuseppe Coppola, consigliere provinciale di Forza Italia scirve a Salvatore Capone, assessore provinciale allo Sport e all’Edilizia scolastica

Dalle notizie di stampa oltre che su sollecitazione di alcuni giovani sportivi di Gallipoli, apprendo che, la palestra in oggetto, non è stata concessa, così come negli anni scorsi, alle associazioni sportive di pallacanestro, pallavolo e ping pong, che ne hanno fatto richiesta. Tale decisione di diniego, assunta dal Dirigente Scolastico, contrasta, non solo da quanto previsto dalle norme, ma anche e soprattutto con il ruolo di sostegno che l’Ente Provincia dovrebbe avere nei confronti di quelle iniziative di carattere educativo sportivo, in particolare a quelle rivolte ai ragazzi in età scolastica. E’ utile ricordare infatti, che numerosi sono i giovanissimi ragazzi che “vorrebbero” praticare tali attività sportive. Le chiedo pertanto, vista l’importanza ma anche l’urgenza dell’argomento ( sono già iniziati i campionati delle diverse discipline sportive ) di voler fissare un incontro con Sua presenza tra il Dirigente scolastico e i rappresentanti delle società sportive interessate. Giuseppe Coppola

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!