Poggiardo. Problema rifiuti

L'assessore provinciali ai rifiuti si esprime

Gianni Scognamillo, assessore ai rifiuti della Provincia di Lecce si esprime sul problema di biostabilizzazione dei rifiuti solidi urbani di Poggiardo

di Gianni Scognamillo* In seguito al dibattito svoltosi nel Consiglio provinciale di ieri sulle problematiche relative all’impianto di biostabilizzazione dei rifiuti solidi urbani di Poggiardo, fortemente voluto dal Consigliere Aurelio Gianfreda, la Provincia, ed in particolare il competente Osservatorio, si sta attivando per individuare le possibili soluzioni alle criticità emerse. A tal fine, in settimana, è già stato programmato un incontro con il consigliere Gianfreda per l’approfondimento dell’intera questione e l’individuazione di ipotesi risolutive che, vagliate dall’Ufficio Ambiente, saranno poi sottoposte alle valutazioni della competente Commissione consiliare. E’ evidente che il problema di Poggiardo e, più in generale, del ciclo dei rifiuti dell’ATO Le/2 è, e rimane, perentorio per la Provincia, e pertanto sarà oggetto di ogni attenzione per poter giungere quanto prima ad una adeguata soluzione nell’interesse delle comunità di riferimento. Le proposte eventualmente migliorative rispetto a quelle già precedentemente individuate saranno, infine, portate al confronto nel competente tavolo regionale presso l’ufficio del Commissario Delegato, che resta titolare delle decisioni finali in materia di rifiuti. *Assessore ai rifiuti della Provincia di Lecce

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!