Batistuta, Goigoechea e Barbas cercano a Lecce il campione del futuro

Oggi e domani il torneo di calcio per i più piccoli con la “benedizione” dei campioni argentini

Lo stadio di Via del Mare sarà teatro delle partite, prima dei turni di semifinale e finale che si giocheranno, tra novembre e dicembre, a Mar de la Plata (Argentina). La competizione sarà documentata dalle telecamere argentine e finirà in una produzione televisiva. Al vincitore 100mila dollari

Si chiama World Football Idol l’iniziativa di Higgins Warner Co. presentata a Roma nei giorni scorsi e che coinvolge Italia, Argentina, Germania, Spagna e Inghilterra ed i giovanissimi di questi Paesi per l’individuazione del nuovo “numero uno” del calcio mondiale. L’evento vede come testimonial d’eccezione i campioni argentini Gabriel Batistuta e Sergio Goigoechea e Claudia Villafane, ex moglie di Diego Armando Maradona. Si tratta di un torneo di calcio riservato ai ragazzi nati nel 1992 e 1993 e che per l’Italia vedrà Lecce e lo stadio di Via del Mare teatro delle partite in programma, prima dei turni di semifinale e finale tra novembre e dicembre a Mar de la Plata (Argentina). Una competizione sportiva che sarà documentata dalle telecamere argentine e finirà in una produzione televisiva. Al vincitore, il nuovo “world football idol”, andrà la somma di 100mila dollari (il 20% dei quali dovrà andare in beneficenza). Il Comune di Lecce, con il contributo di Beto Barbas, ex centrocampista dell’Unione sportiva Lecce, sostiene l’iniziativa e collabora all’organizzazione dell’evento, in programma in città oggi e domani. Tutti in campo allo stadio Via del Mare a partire dalle ore 9, dunque. I ragazzi classe 1992 potranno perfezionare l’iscrizione presso lo stadio nella giornata di oggi, a loro dedicata; quelli classe 1993 nella giornata di domani, prima dell’inizio delle partite, oppure attraverso il sito internet www.worldfootballidol.com. “Teniamo molto a questa manifestazione – ha evidenziato Massimo Alfarano, assessore allo Sport e Turismo – e sono rimasto molto sorpreso dal richiamo mediatico che ha avuto con la conferenza stampa di qualche giorno fa a Roma. Del resto campioni come Batistuta e Goigoechea resteranno per sempre nei cuori della gente. Poi mi preme ringraziare il nostro mitico amico Beto Barbas che ha voluto fortemente che Lecce fosse la tappa italiana dell’evento. Rivolgo un invito a tutti i nostri campioncini salentini a partecipare. Credo – ha concluso – che sia una bella opportunità per tutti”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!