Gallipoli. Riqualificazione delle mura

Verso lo start dei lavori

Un finanziamento di due milioni di euro per rimettere in sesto le mura del centro storico di Gallipoli. E’ questo, secondo Giuseppe Venneri, ex primo cittadini della città bella, una delle tante dimostrazioni di buon governo della sua amministrazione

di Giuseppe Venneri* A dimostrazione che il lavoro e l’impegno pagano sempre, l’ennesima buona azione di governo posta in essere dal mio quinquennale esecutivo sta per produrre i suoi positivi effetti nei confronti della collettività gallipolina. Si tratta della riqualificazione della cinta muraria del centro storico, per la quale la mia Amministrazione ottenne, nel 2004, un finanziamento di due milioni di euro dall’allora Giunta Regionale dell’allora Presidente Fitto, che ha sempre dimostrato con i fatti grande attenzione nei confronti della nostra città, convogliando risorse notevoli. Un intervento di spessore, l’ennesimo varato dal mio governo cittadino per riqualificare l’immagine del centro storico, salvaguardando nello specifico uno degli aspetti più caratteristici ed antichi della città vecchia, la cinta muraria, che abbiamo ritenuto oggetto di doverosa attenzione stante l’incuria in cui versava a causa anche di alcuni gesti vandalici succedutisi nel tempo, come riportato anche dalla cronaca locale. Ora la possibilità di restaurare e riportare all’antico splendore una buona porzione della cinta muraria è davvero prossima, visto che i sopralluoghi tecnici degli esperti sono ormai agli sgoccioli ed è presumibile che entro un mese si possa approvare il progetto definitivo che dia il via libera all’iter burocratico, a partire dalla procedura di appalto. Sono certo che tale notizia sarà accolta con estremo favore da parte della nostra cittadinanza, come tutte quelle che hanno a cuore la tutela e la valorizzazione dell’immenso bagaglio storico ed artistico della nostra città e che nei cinque anni di governo abbiamo saputo garantire grazie ad una programmazione oculata ed attenta, che poco spazio ha lasciato agli slogan ad effetto, di cui si sente davvero poco bisogno e molto invece all’impegno ed alla dedizione verso la città. Oltre al discorso strettamente legato alla cinta muraria del centro storico, ci sono altri interventi varati dal mio quinquennale esecutivo per la valorizzazione della nostra bellissima città vecchia e che a breve andranno a regime, a dimostrazione di come dopo oltre un anno e mezzo dalla fine del proprio mandato, se si lavora molto e si chiacchiera poco, i risultati vengono alla luce, anche se la tentazione di chi vive di rendita per appropriarsene la titolarità è sempre e comunque molto forte. *ex sindaco di Gallipoli

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!