Focus sul Salice Salentino doc

incontro con le aziende

Domani 17 ottobre dalle ore 15,00 alle ore 18,00 presso il Centro Polifunzionale del Comune di Salice Salentino (Via P. Leone)il Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Salice Salentino Doc organizza, in collaborazione con il giornalista Andrea Gabbrielli, un Focus -inchiesta-i cui risultati saranno pubblicati sul mensile VQ (vite, vino, qualità) nei prossimi mesi

L'obiettivo del Focus sarà quello di fare il punto della situazione attuale della Denominazione attraverso la viva voce delle aziende. Le modalità saranno quelle di una tavola rotonda, al chiuso, nella quale il giornalista è il moderatore-provocatore del dibattito. Si analizzerà come ogni azienda crede di confrontarsi con il mercato e quali progetti, sia il territorio che le singole aziende, possono portare avanti per affrontare, con successo, la competizione internazionale. Si cercherà di evidenziare le eventuali problematiche del territorio o della Doc oggetto dell'indagine. Su VQ sono stati già pubblicati Focus su molte delle principali aree di produzione italiane: Bolgheri, Vino Nobile di Montepulciano, Conegliano/Valdobbiadene, Cerasuolo di Vittoria, Orvieto, San Gimignano, Taurasi, Asti, Brunello di Montalcino, Amarone della Valpolicella, Collio Goriziano, Soave, Verdicchio Castelli di Jesi, ecc . La Doc Salice Salentino è la prima zona di produzione pugliese scelta per i Focus in Puglia. Saranno presenti 12 aziende, scelte da Andrea Gabbrielli tra le principali protagoniste della Doc. Il Consorzio crede che quest'evento potrà essere importante per lo sviluppo dell'area della Denominazione di Origine Controllata, anche perchè rappresenterà un interessante momento di confronto tra molti dei principali protagonisti del successo dei nostri vini. Successo che va certamente consolidato e sviluppato perchè le basi siano forti e interessino anche il futuro, in un mercato sempre più difficile e caratterizzato da forte competizione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!