Pari allo scadere

Per un soffio il Lecce riesce a conquistare un punto contro lo Spezia, chiudendo la partita al 48' sul 2 a 2

Non buona la prestazione dei giallorossi di questa domenica. I ragazzi di mister Papadopulo riescono però a conquistare un punto allo scadere del recupero, grazie ad un gol di Tiribocchi, il gol tutti aspettavano.

Sulla carta c’erano tutte le premesse affinché la gara contro lo Spezia, fosse per il Lecce l’occasione per riscattare subito la sconfitta rimediata a Bologna. Già sulla carta, mentre il terreno di gioco ha mostrato subito un altro tipo di gara e soprattutto un altro tipo di Lecce. Nei primi minuti di gioco i più motivati appaiono subito i ragazzi di mister Soda, e soprattutto Guidetti (che in più occasioni nel corso della gara metterà in difficoltà la difesa giallorossa senza però, ahilui, ottenere risultati convincenti) che al 9’ si libera di Cottafava entra in area ma Rosati è bravo a respingere il tiro sul primo palo. Al 19’ ci prova Abbruscato che, messo in difficoltà da un difensore, e con Santoni (molto buona la sua gara) fuori dai pali no centra lo specchio della porta sparando in alto la sfera. Guidetti ci riprova al 27’ con un tiro dalla distanza ravvicinata che però Rosati respinge, mentre la punizione di Zanchetta (eseguita perfettamente, e sarà una delle poche cose buone fatte vedere in questa gara) al 29’ viene deviata di un soffio in corner da Santoni. Ma la 34’ arriva la svolta del primo tempo: Abbrsucato viene atterrato in area, il signor Valeri indica il dischetto dove si presenta capitan Zanchetta, che trasforma (non prima però d’aver colpito la traversa internamente) per il gol dell’1 a 0. Nel finale del primo tempo, sugli sviluppi di una punizione ci riprova ancora Guidetti che però di testa manda fuori. La ripresa si avvia lentamente, no c’è ritmo, ma lo Spezia sa sfruttare i momenti e soprattutto gli errori della retroguardia giallorossa, ed al 6’ Gorzegno, sfuggito al controllo di chiunque, segna dal limite dell’area il gol che riapre la partita. Il Lecce non sembra trovare rimedio al gioco dello Spezia, al 10’ il tiro di Tiribocchi viene respinto dall’estremo difensore avversario, mentre al 13 Papadopulo si gioca la carta Valdes che fa il suo ingresso sul rettangolo di gioco tra gli applausi del pubblico. Al 15’ su corner Santoni respinge due rimpalli, al terzo ci mette il piede ed impedisce a Tiribocchi di segnare quel gol tanto atteso. La partita prosegue senza grandi entusiasmi lo Spezia ha compreso bene che è solo questione di attendere l’errore dell’avversario per poterlo “punire”, l’errore arriva l 24’ purtroppo per mano di Rosati, che fino a quel momento aveva giocato una buona partita, ma che in quest’occasione si lascia sfuggire la palla per il secondo gol di Gorzegno ed il vantaggio degli avversari. Sull’1 a 2 Papadopulo mette dentro Tulli per Abbruscato e poi Giuliatto per Zanchetta. Al 42’ Santoni si supera con una doppia respinta su Tiribocchi e la terza su Tulli, salvando in 20 secondi il risultato. Ma al 48’ su un ingenuità di Frera ne approfitta Tiribocchi segnando il gol del pareggio. La partita si chiude sul 2 a 2, proprio quando nessuno più ci credeva e con l’amaro in bocca pensava già al prossimo e difficile incontro, quello contro il Brescia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!