Sannicola. Chi fabbrica i libri

Concorso-premio internazionale del libro d’artista

La premiazione di “Fabbricanti di libri” si svolgerà il 12 ottobre, quando si darà anche il via alla mostra. Che, accanto alle opere in concorso, esporrà libri di artisti contemporanei e preziosi libri storici delle avanguardie del 1900

Libri, libri-oggetto, opere d’arte in forma di libro da sfogliare con cautela, fabbricati con materiali semplici o sofisticati, “alchimie operative che entrano in sinergia producendo manufatti che sono la risultante del pensiero dell’artista”. Non è facile definire il libro d’artista, che si propone comunque come un unicum irripetibile, concepito “in toto” dall’artista, che è pensatore sperimentatore poeta artigiano amanuense, in dimensioni che dal reale e dal concreto trasvolano verso il magico, l’onirico, il simbolico. E tra le infinite forme e significati di un libro il lettore-fruitore riceve stimoli per dilatare le proprie capacità percettive, sensoriali, intellettuali in un’esperienza di “lettura” fortemente coinvolgente. “Fabbricanti di libri” si propone come uno spazio di conoscenza e diffusione del libro d’artista con la raccolta e l’esposizione di 57 libri di autori italiani e stranieri che hanno aderito al Concorso-Premio, unico nel Meridione, promosso da VERBAMANENT-PRESIDIO DEL LIBRO di Sannicola, e inserito nella Rassegna nazionale “Ottobre piovono libri: i luoghi della lettura 2007”. L’iniziativa, realizzata con il contributo del Comune di Sannicola ed il patrocinio della Biblioteca provinciale di Lecce, si conclude con la premiazione degli artisti partecipanti e l’apertura della mostra che, accanto alle opere in concorso, esporrà libri di artisti contemporanei e preziosi libri storici delle avanguardie del 1900, offerti in visione (solo per la serata d’inaugurazione) da Carmelo Calò Carducci, collezionista “futurista”, direttore Irre Puglia. Interverranno nel corso della serata Giuseppe Nocera, sindaco di Sannicola, Carmelo Calò Carducci, Maddalena Castegnaro, Raffaele Nigro, Franco Ventura. In proiezione una videoinstallazione con foto di libri d’artista e musiche originali di Enrico Rapinese. Orari mostra: Premiazione e inaugurazione: venerdì 12 ottobre, ore 19-22 Villa Prandico (Sannicola). La mostra sarà visitabile nei giorni 13 e14 ottobre ore 19-22. Nuovo allestimento: 19-20-21 ottobre, ore 18.30-21 a Palazzo Grassi (Aradeo). Sulla base di richieste pervenute, è intenzione dei curatori della mostra renderla itinerante anche al di fuori della Provincia di Lecce, in collaborazione con altri enti e associazioni. Artisti partecipanti: Tagliente Grazia, Fava Vittorio, Cortese Marisa, Amoruso Alba, Surano Rosario, Surano Salvatore, De Riccardis MariaElena, Nitti M. Teresa, Anglano Alessandra- Carciofo Alessandra, Aubert Patrick, Capozzi Laura, Gallo Antonella, Leoci Angela,-Maiellaro Virginia (opera collettiva), Comi Simona, Bisceglia Vincenza, De Prezzo Antonella, Presicce M.Grazia, Angelillo Antonella, Montanari Giorgio, Lisi Monica, Sportello Fabio-Lorenzo Alessandro-Conte Grazia (opera collettiva), Lecci Natalì, Marti Danila, Margiotta Isabella (opera collettiva) Copertino Antonia, Manta Matteo Giuseppe, Brunetti Maria Luisa, Francesca Genna, Casciaro Silvana, Congedo Carla, Regni Bruno, Delvò Pierino, Roffi Gian Paolo, Bertesina Valeria, Cumer Eleonora, De Leo Lorena, Toma Stefania, Recchia Consiglia, Deolinda Mirando, Corsano Giusy, Giannuzzi Donato, Stocco Nives, Bertola Carla, Carlino Rosalba, Bigolin Sergio, Martina M.Grazia, Cecere Daniela, Maggi Ruggero, Gabellone Mirko, Pastorio Beatrice, Spennato Walter, Zanello Roberto, A.M.A.Ronchin, Schito Annalisa, Ciulli Teresa, Conti Carlo Marcello, Rizzelli Katia, Cannone Lucia, Bonini Nedda, Pasquali Adriano, Lezzi Grazia, Casari Iolanda, I nomi dei primi tre classificati e di altri artisti segnalati dalla giuria e da VERBAMANENT saranno resi noti prossimamente. Le foto delle opere saranno contenute in un catalogo virtuale inserito nel sito www.verbamanent.net.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!