Sette colpi di pistola all’ex cognato

Spara per difendere la sorella

Le visite dell’ex cognato erano diventate sempre più moleste per la sorella. Così, per difenderla, Fabio Stefanelli, ha impugnato la pistola e lo ha ucciso. E’ accaduto sabato scorso a Casarano

Sette colpi sordi di pistola, una calibro 9, hanno infranto la tranquillità del primo pomeriggio di sabato. Via Vittorio Emanuele a Casarano. Salvatore Fabio Stefanelli, 37 anni, ha ucciso il cognato, Salvatore Tartaglione, 41 anni di cui 23 passati ad entrare ed uscire dal carcere, originario della provincia di Foggia. Ex cognato, per la verità, perché la sorella di Stefanelli di Tartaglione non voleva più saperne ed anzi si diceva disturbata dalle sue continue visite. Il matrimonio tra i due era praticamente naufragato, ma l’uomo non si dava pace. E non ci ha visto più sabato pomeriggio, all’ennesima visita. Ha iniziato una colluttazione con Stefanelli, poi con il coltello che aveva con sé, ha infranto la porta a vetri della casa dei genitori della donna. Stefanelli ha impugnato la sua calibro 9, regolarmente denunciata, ed ha sparato i colpi, secchi, indirizzati sul corpo di Tartaglione. Il primo proprio nei pressi della porta di casa, gli altri mentre retrocedeva sempre più nel vicolo, fino a quando, proprio all’inizio della salita, non s’è accasciato al suolo, ormai privo di vita. Stefanelli, dopo l'omicidio, è rientrato in casa, s'è seduto. Ha atteso così, immobile, l'arrivo dei carabinieri. Risponde di omicidio volontario.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!