Coreografo: corso di alta formazione a Lecce

A cura della danzatrice salentina Toma

Parte il primo laboratorio di composizione coreografica a cura di Barbara Toma. Un percorso annuale da ottobre 2007 a maggio 2008 presso DB D'essai Cineteatro e organizzato da NASCA teatri

Un per-corso strutturato in un incontro intensivo al mese con Barbara Toma dedicato allo studio delle varie forme coreografiche; aperto a tutti coloro che desiderano creare e ricercare nell’ambito della composizione coreografica. Un luogo dove poter sperimentare con la propria creatività.. imparando tecniche di composizione, decomposizione, variazione dei movimenti. Esplorando le diverse forme coreografiche: solo, duo, gruppo.. Otto week-end per scoprire i diversi metodi di lavoro, tuffarsi nelle infinite possibilità date anche da un solo singolo movimento. Impareremo a trovare movimenti nuovi e porteremo a forzare il corpo oltre le proprie abitudini ..ma soprattutto cercheremo di capire come riuscire a trovare quella formula magica, quell’equilibrio precario che riesce a trasformare il movimento in poesia, che ci permette di trasformare un nostro bisogno intimo in qualcosa di universale, arrivando così a COMUNICARE con la danza. Si lavorerà quindi sulle basi della composizione coreografica: spazio, tempo, variazione ripetizione.. ma soprattutto, sarà necessario continuare a chiedersi: perché? Cercheremo di individuare il vostro interesse,sviluppare la vostra individuale vena creativa, rifletteremo insieme sul contenuto e il perché di una scelta.. Perché danzo/creo?Cosa voglio esprimere?Come?! Scoprire la vera necessità che si cela dietro al desiderio e scartare tutto il superfluo.. Un lavoro adulto e individuale, io non farò che mettere a disposizione dei mezzi, insegnare dei trucchi.. il resto è a voi. Sorprendetemi! Barbara Toma. studia e lavora per più di dieci anni all’estero con maestri di fama internazionale. Diplomata alla School for New Dance Development di Amsterdam. Come danzatrice ha lavorato in diversi progetti in Olanda, Germania ed Austria. Nel 2001/2 ha danzato con la compagnia DEJA’ DONNè in tour in tutta Europa. Finalista al concorso di coreografia Città di Bologna '00, vincitrice borsa di studio danceWEB a Vienna. Come coreografa e interprete è stata ospite di diversi festival in Italia e all’estero.Ha portato i suoi lavori a:Cagliari, Lecce, Mantova, Alfonsine, Pavia, Roma, Domaso, Ferrara, Sondalo, Cerrate(Br),Cervia , Roma, Milano,Cagliari,Torino .. Tra le sue creazioni:KRUDA (2001),DOOD (2003), GIACOMOGIACOMO (2004),FREEDOM (2006), ORBATA(2007) Nel 2006 ha fondato la compagnia robabramata. Dal 1999 fa parte dello staff insegnanti dello ials di Roma. Dal 2001 insegna regolarmente a professionisti e non tra Roma, Milano ed Amsterdam. Ha ideato e curato presso il CRT teatro dell’arte di Milano il FESTIVAL int. SHORT FORMATS the survival kit (2005) e the invisible power kit (2006). Ultimamente collabora con il PiM spazio scenico di Milano (dove oltre a ricevere ospitalità e sostegno per i suoi progetti artistici si occupa del network internazionale) Barbara Toma è tra i fondatori del movimento del tavolo nazionale delle reti e dei coordinamenti della danza e delle arti sceniche contemporanee nonché rappresentante del DAP (coordinamento Lombardo). www.barbaratoma.com

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!