Tributo a Battisti

Due giorni di musica

Si terrà l’8 ed il 9 settembre, presso il piazzale delle Quattro Colonne in Santa Maria al Bagno il tradizionale tributo a Lucio Battisti organizzato, come ogni anno, dall’«Associazione Musicale e Culturale Lucio Battisti di Nardò»

Due giorni all’insegna della buona musica, dello spettacolo ma sopratutto del ricordo di Lucio Battisti. Ospite d’onore della manifestazione sarà Simone Cristicchi, sul palco nella serata conclusiva del 9 settembre assieme a numerosi altri ospiti: il percussionista Raffaello Murrone, lo svedese David Ekerot, Nicco Verrienti. L’8 settembre invece si esibiranno su brani di Battisti i giovani talenti che hanno superato le selezioni tenute negli scorsi mesi dal direttore artistico Davide Massa. Ancora l’8 settembre la manifestazione ospiterà, inoltre, le performance di Simone Perrone, il giovane cantautore salentino che lo scorso giugno ha avuto il privilegio di aprire il concerto di Zucchero all’Arena Civica di Milano. L’evento, da sempre importante vetrina per talenti emergenti, punta, quest’anno, ai giovani anche nella scelta degli ospiti, con l’obiettivo di far conoscere alle nuove generazioni Battisti e le sue indimenticabili canzoni. Ad alcuni degli ospiti sarà donata come riconoscimento una maiolica realizzata dall’artista di fama internazionale, Marcello Malandugno. A proposito delle polemiche scatenatesi a pochi giorni dall’evento, circa presunte diffide da parte dell’anziano padre di Battisti pervenute al comune di Nardò, Maurizio Leuzzi, Presidente dell’«Associazione Musicale e Culturale Lucio Battisti di Nardò» ed organizzatore della manifestazione sin dalla sua prima edizione, tiene a sottolineare la sua “storica passione” per l’amato cantautore e l’enorme rispetto per la famiglia e gli eredi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!