Lecce. Operetta al Teatro romano

Appuntamento domani alle ore 21

Nuovo appuntamento, domani, con la rassegna del Comune di Lecce Mediterranea Estate 2007. Stavolta va di scena “Gran Gala dell'Operetta – profumo di passato” di Silvia Mandurino

Nell’ambito di Mediterranea Estate 2007, la rassegna di eventi e spettacoli estivi ideata e organizzata dall’amministrazione comunale di Lecce, è in programma domani (inizio ore 21) nella suggestiva cornice del Teatro Romano, lo spettacolo scenico-lirico “Gran Gala dell’Operetta – profumo del passato”, ideato e diretto da Silvia Mandurino e portato in scena dall’associazione musica e teatro del Salento “S. Cecilia” di Lecce. Elementi essenziali dell’operetta, in quanto genere musicale, sono la facile comunicativa con il pubblico, il rilievo della componente scenografica, la presenza dell’elemento coreografico, la trama leggera, maliziosa e sentimentale ed il lieto fine. E Gran Galà dell’Operetta si avvale della sceneggiatura di Silvia Mandurino che lega in una trama maliziosa e spigliata arie, duetti e concertati tratti da celebri operette. Protagonisti dello spettacolo (che ha riscosso grande successo anche in Liguria nell’ambito del Festival Internazionale del Teatro 2007 di Borgio Verezzi) sono i soprani Giovanna Peluso (Cin Ci Là), Stefania Sedile (Odette) e Marta Nigro (Mignon); il mezzosoprano Francesca Zacheo (Rosalinde); i baritoni Francesco Faiulo (Petit-Gris), Francesco Spedicato (Danilo) e Gianluigi Palma (De Flers); il tenore Shin Yoon Suk (Loris); la pianista Marta Marra (Frou-Frou). Aiuto regia e ambientazione scenica sono di Francesco Faiulo. Sceneggiatura, direzione artistica e regia di Silvia Mandurino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!