Deep Blue a Porto Cesareo

La gara mondiale nei fondali dell’area protetta

Per promuovere il territorio e la sua vocazione turistica, per valorizzarne le peculiarità e sostenere la tutela dell’ambiente marino, il Comune di Porto Cesareo indice un concorso fotografico nazionale nell’area marina

È ormai tutto pronto a Porto Cesareo per ospitare la gara di fotografia subacquea Deep Blue, organizzata dalla Cmas (Confederazione mondiale attività subacquee), che vedrà i migliori 15 atleti del mondo contendersi il premio nelle acque dell’area marina di Porto Cesareo, nei fondali di Nardò – Porto Selvaggio, e nella riserva marina di Torre Guaceto: gli atleti cattureranno le immagini più emozionanti itinerando nei campi di gara predisposti, con il supporto di mezzi e strutture messi a disposizione dagli organizzatori. L’evento si inserisce nel progetto Interreg Italia – Albania “Sentieri Blu”, cui l’area marina protetta di Porto Cesareo ha partecipato in qualità di partner, con la realizzazione di sentieri sommersi per la valorizzazione e la fruizione sostenibile del patrimonio marino. L’insieme delle iniziative sinora attuate dal consorzio di gestione dell’area marina protetta Porto Cesareo rientra nell’unico obiettivo di promuovere il territorio e la sua vocazione turistica, valorizzandone le peculiarità e sostenendo la tutela dell’ambiente marino, in una prospettiva unitaria di sviluppo sostenibile.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!