Notte della taranta a Cutrofiano

Ultime tappe prima del concertone

Un altro importante progetto speciale per il festival La Notte della Taranta in programma questa sera a Cutrofiano in piazza Municipio. Tanti gli artisti salentini che si alterneranno sul palco del paese griko

Ad esibirsi stasera la formazione Bandadriatica che quest'anno incontra il quartetto di voci bulgare che sarà ospite anche del concertone finale del festival, Eva Quartet. Il quartetto si è formato nel ’95 ed ha trovato dal primo momento linguaggi ed interessi comuni. Ha quindi dato seguito al lavoro di ricerca sulla tradizione delle diverse regioni della Bulgaria cercando di preservarne la purezza e il rigore esecutivo, e al contempo arricchendolo di interpretazioni vicine alla sensibilità moderna. Incontrando le voci bulgare, si spinge nell’entroterra balcanico il percorso della BandAdriatica, fondata dal musicsita e cantante salentino Claudio Prima che, dopo l’incontro con le tradizioni macedoni della Kocani Orkestar e di “King” Naat Veliov della scorsa edizione del festival, quest’anno approda in Bulgaria e propone per la penultima tappa del festival una serata particolarmente ricca di suoni e di scambio fra culture. Sempre all'insegna delle sonorità balcaniche anche il concerto del primo gruppo che si esibirà a Cutrofiano, i Salento Orkestra, con un progetto che nasce con l’obiettivo di proporre composizioni originali e musiche tradizionali salentine nel contesto più ampio della cultura musicale del Mediterraneo. Ritmi balcanici, greci e albanesi si intrecciano con pizziche e tarantelle con l’intento di amalgamare le sensibilità. A seguire sul palco uno degli artisti rivelazione del nuovo panorama della musica salentina, Antonio Castrignanò, già storica voce e tamburello dell'Orchestra e da sempre anche nell'Ensemble La Notte della Taranta, e che si è distinto negli ultimi tempi anche componendo la colonna sonora del bellissimo film di Emaneule Crialese Nuovomondo (2005). Questo nuovo progetto di Castrignanò si propone come la sintesi del suo percorso nel campo della cultura orale e della musica tradizionale del Salento. Un intreccio tra antico e moderno che esalta la melodia, il timbro, la postura e l’iconografia popolare, i momenti e gli aspetti salienti di una cultura di tradizione orale che raggiunge vette di autentica espressione poetica. Continua anche negli ultimi concerti l'attività del TarantaVideoBlog che sviluppa in rete la memoria emozionale del festival e nelle varie tappe dei concerti si presenta attraverso un set di videoproiezione che promuove la partecipazione on line con i commenti liberi su www.performingmedia.org/lab/salento Il concerto avrà inizio come sempre alle 21.30. Info per il pubblico 0836 434056, 0832 821.827

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!