Cocaina. Preso uno dei pezzi grossi

Operazione antidroga della Guardia di finanza di Gallipoli

Colto in flagrante dopo numerosi pedinamenti. L’uomo, di nazionalità albanese, aveva nascosto un barattolo di vetro con dieci grammi di cocaina tra le pietre del muretto di una campagna alla periferia di Taviano

E’ ritenuto fra i pezzi grossi nel giro dello spaccio di stupefacenti nel Basso Salento. I militari della Guardia di finanza di Gallipoli lo controllavano da tempo, cercando di coglierlo in flagrante. E alla fine ce l’hanno fatta, rinvenendo la cocaina nascosta in un muretto a secco nelle campagne alla periferia di Taviano. Al centro del mirino Lusha Naxhi, albanese. Nella tarda serata di mercoledì, infatti, le fiamme gialle lo hanno pedinato a lungo. E’ stata la sua abitudine di girare per le campagne, al calar del sole, a mettere i militari sulla pista giusta. E infatti, intorno alle 21, lo hanno preso alle spalle mentre nascondeva fra le pietre un barattolo di vetro. Dentro, dieci grammi di cocaina. Colto in flagrante, lo hanno arrestato, sequestrandogli l’auto e 630 euro in contanti, probabile provento dello spaccio. Ma non solo: l’indagine prosegue per verificare quanto estesa fosse la rete dell’uomo, e a tale proposito si potrà forse risalire ad altre identità attraverso tre telefonini di sua proprietà, anche questi requisiti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!