450mila euro per i volontari salentini

Resoconto dell’incontro di ieri al Tiziano

Le associazioni del territorio sono chiamate a progettare insieme interventi nei vari settori del volontariato. L’obiettivo è costruire reti, anche per superare logiche individualistiche e fatalistiche tipiche del Sud

450mila euro per promuovere il volontariato della provincia di Lecce. Lo ha annunciato ieri sera in una riunione con tutti i soci del Centro Servizi Volontariato Salento il neo presidente Luigi Russo, in una affollata riunione presso l’Hotel Tiziano. “E’ la prima volta che voi associazioni di volontariato del Salento potrete partecipare all’analisi dei bisogni e programmare con i nostri tecnici gli interventi da realizzare, perché nessuno meglio di voi può sapere che cosa serve e come occorre intervenire in maniera efficace”, ha detto Russo in apertura del lavori. Le risorse messe a disposizione dal Centro Servizi Volontariato Salento non cadranno a pioggia sulle singole associazioni, ma seguiranno i canali della rete e delle collaborazioni, considerando che il tessuto associativo per poter portare frutti efficaci deve lavorare creando sinergie, anche per superare il costume tipico delle società meridionali che è piuttosto individualistico e fatalistico. “Per questo motivo abbiamo voluto affidare in media 60-70 mila euro a gruppi di associazioni organizzate in nove aree: disabilità, donazione, tutela della salute, devianze-dipendenze, terza età, diritti civili-immigrazione-detenuti ed ex detenuti, cultura-sport-minori, ambiente-territorio-patrimonio, protezione civile. Le associazioni si metteranno d’accordo per individuare due o tre progetti significativi per area, e contribuiranno alla loro realizzazione – ha spiegato il presidente del Csv Salento -. Ovviamente, se il percorso funzionerà, e non abbiamo dubbi che funzionerà – ha continuato Russo -, anche nei prossimi anni potremo continuare a finanziare progettazioni per settori, che crediamo porteranno un serio cambiamento del modo di fare associazionismo nel Salento, ma anche un vero cambiamento sociale”. I presidenti della associazioni intervenute alla riunione di Lecce hanno dimostrato di gradire fortemente il nuovo metodo di lavoro dell’attuale dirigenza del Csv Salento. “E’ importante che si lavori per creare reti e per non metterci l’uno contro l’altro alla caccia di risorse economiche – ha detto in un intervento Antonio Leomanni presidente dell’associazione Insieme per i disabili -; questo lavorare per creare l’humus della cultura della partecipazione e della corresponsabilità è importante quanto realizzare interventi specifichi nei vari settori di intervento delle nostre associazioni; ma credo che per fare crescere la società salentina, per farla andare verso una direzione di maturità democratica e sociale, questo tipo di investimenti sia indispensabile, e bene fa il Csv Salento a lavorare per questo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!