Insieme contro le tossicodipendenze

La soddisfazione di Loredana Capone

L’obiettivo è la collaborazione tra tutti gli attori istituzionali per prevenire le tossicodipendenze tra i giovani. L’incontro che si è svolto ieri a Palazzo Adorno ha dato il via ad una serie di iniziative finalizzate al raggiungimento di questo risultato

Si è svolto ieri presso l’assessorato provinciale alla Qualità sociale a Palazzo Adorno, un incontro dell’Osservatorio sugli stili di vita della popolazione giovanile finalizzato alla prevenzione delle tossicodipendenze, promosso dalla Provincia di Lecce. L’Osservatorio costituisce un segmento specializzato del più vasto Osservatorio provinciale per le Politiche sociali, in fase di avvio a cura della Provincia. All’incontro hanno preso parte Loredana Capone, vice presidente e assessora alla Qualità sociale; Rodolfo Rollo, commissario straordinario della Asl Lecce; Maria Grazia Cosuccia, sub commissario area nord della Asl; i responsabili dei Sert; Vito Gigante, coordinatore Servizi sociali Asl area Sud; Fiorella Fischietti, direttore del Servizio sociale della Prefettura; Stefania Pinnelli della facoltà di Scienze della Formazione dell’Università del Salento; Daniele Ferocino del Consorzio Comunità Emmanuel; Alessandro Nocco, esperto in Politiche sociali. La riunione è servita per una prima ricognizione delle azioni e dei progetti di ricerca, di analisi e di prevenzione primaria, svolti dalla Asl attraverso i Sert e per verificare procedure appropriate di integrazione delle conoscenze e dei dati esistenti, in materia di dipendenze patologiche, attraverso strumenti comuni, al fine di strutturare una rete di servizi. “Obiettivo strategico dell’Osservatorio – ha spiegato Loredana Capone – è riuscire a fare rete tra i diversi servizi e i molteplici attori sociali pubblici e privati operanti sul territorio, superando la frammentazione esistente ed evitando duplicazioni inutili e spreco di risorse. Sono molto soddisfatta – ha continuato – per quest’incontro, cui faranno seguito immediati appuntamenti, perché ho riscontrato personalmente l’assoluta comunanza di obiettivi e strategie con i componenti del tavolo ed, in particolare, con la direzione della Asl che potrà produrre, nel breve e medio periodo, indubbi benefici per il territorio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!