Trasporti. La Regione penalizza il Salento

L’intervento di Piero Montinari

Piero Montinari, presidente di Confindustria Lecce, lamenta scarsa attenzione per il Salento da parte della Regione Puglia relativamente al servizio di trasporto bus-navetta dagli aeroporti ai più importanti centri turistici, industriali ed economici del territorio

Il disciplinare di gara pubblicato dalla Regione Puglia per l’affidamento del servizio di trasporto terrestre mediante bus – navetta tra gli scali aeroportuali regionali ed i capoluoghi di provincia e le aree di maggior interesse penalizza il Salento e tutti i suoi più importanti centri turistici, industriali ed economici. Il bando, che scade il prossimo 11 giugno, prevede, infatti, un unico collegamento con il City Terminal di Lecce, mentre comprende diverse linee per altre province. E’ impensabile, secondo Confindustria Lecce, che un territorio che sta crescendo e si sta sviluppando come centro del Bacino del Mediterraneo, come porta per i paesi dell’est Europa e d’Asia e che rivendica un ruolo da protagonista non solo nell’economia regionale, ma anche in quella nazionale, non venga dotato di adeguati collegamenti con gli scali aeroportuali. “Desta meraviglia a tal proposito – ha detto il presidente Piero Montinari – il silenzio delle Istituzioni, della Camera di Commercio e dei nostri rappresentanti politici che non intervengono per sollecitare maggiore attenzione nei confronti del Salento”. Silenzio tanto più assordante se si pensa al danno ed ai disagi che le imprese turistiche di Gallipoli, Otranto, Santa Maria di Leuca, Ugento, delle Marine di Nardò, e delle aree industriali come Casarano, Maglie, Galatina, Galatone, Nardò, Melissano, eccetera, subiranno se non potranno usufruire di linee di collegamento con gli aeroporti regionali. “Considerata l’imminente scadenza, non ci sono i tempi per rivedere il bando o per indire un’altra gara; sarebbe auspicabile, allora – secondo Montinari – che le istituzioni economiche e politiche territoriali si attrezzassero per coprire quei collegamenti almeno nel periodo giugno–settembre, al fine di tamponare i bisogni dei turisti che numerosissimi giungeranno nel Salento in questa stagione estiva 2007. Per il futuro, al fine di iniziare a programmare uno sviluppo a tutto tondo – conclude Montinari – sarebbe opportuno predisporre apposite linee mediante un nuovo bando che, finalmente e diversamente da quanto accaduto sin qui, sia condiviso e seriamente pianificato con gli enti, le istituzioni e gli operatori economici territoriali interessati”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!