La Puglia va a Berna

L’assessorato ospite dell’ambasciata italiana in Svizzera

Eccellenze e territorio. L’assessorato al Turismo della Puglia sarà domani in Svizzera per promuovere il territorio e stringere relazioni economiche legate al turismo

Sarà una festa della Repubblica da ricordare quella che domani la Puglia festeggerà in Svizzera. Ospite dell’Ambasciata italiana a Berna, l’assessorato regionale al Turismo sarà al centro di un cartellone di eventi che culmineranno in serata nel tradizionale ricevimento a cui prenderanno parte circa 400 invitati, tra i quali diverse autorità del mondo politico ed economico elvetico, nonché numerosi rappresentanti delle collettività italiana presente nel Paese. Organizzata con la collaborazione dell’ufficio di Zurigo dell’Enit – Agenzia nazionale del turismo, l’iniziativa è stata concepita per promuovere i rapporti di collaborazione esistente da tempo tra i due Paesi in numerosi settori d’impresa, in particolare quello turistico e dell’enogastronomia. In quest’ottica, si inserisce l’incontro che l’Assessorato al Turismo ha promosso per le ore 11 nella sala riunioni dell’Ambasciata con i tour operator e i giornalisti svizzeri. A rappresentare la Regione Puglia sarà il commissario dell’Azienda di promozione turistica (Apt) del capoluogo pugliese, Franco Chiarello. Obiettivo, salvaguardare e consolidare il feeling che da anni caratterizza il rapporto tra Puglia e Svizzera e penetrare nuove fasce di mercato attraverso la destagionalizzazione dei flussi e la promozione delle eccellenze del territorio. Eccellenze che, come quelle legate ai prodotti dell’enogastronomia, sarà possibile toccare con mano grazie a degustazioni mirate e appositi buffet predisposti nel giardino della residenza dell’ambasciata, in un’area specifica personalizzata dalla grafica istituzionale della Regione Puglia e arricchita da selezionati laboratori del gusto. Ma i prodotti tipici saranno una delle tante carte che la Puglia giocherà sul versante delle relazioni economiche legate al turismo: insieme a Germania e Regno Unito, la Svizzera è infatti tra i principali mercati di riferimento della domanda straniera, in costante crescita grazie alle attività di co-marketing sviluppate direttamente nel Paese e, soprattutto, alla compagnia area Helvetic che, come è noto, vola da Zurigo a Brindisi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!