“La Poli non si tocca”

Perrone organizza il suo esecutivo

Meno assessori ed un unico punto fermo sul quale non si transige: Adriana Poli Bortone sulla poltrona di vicesindaco. Paolo Perrone lo aveva dichiarato in campagna elettorale e lo conferma a giochi fatti: l’ex sindaca di Lecce sarà la sua vice

“Se l’obiettivo principale resta quello della massima efficienza della giunta, non servono molti assessorati”. Lo ha dichiarato Paolo Perrone, neo-eletto sindaco di Lecce, che già pensa alla squadra che lo affiancherà nel governo della città. Ancora non svela i suoi disegni per la composizione della giunta, ma alcuni paletti li fissa. Il primo fra tutti è che Adriana Poli Bortone sarà la vicesindaca così come annunciato in campagna elettorale. La ex prima cittadina del capoluogo salentino è stata la più votata in assoluto; il posto accanto a Perrone le spetta di diritto. Un altro punto sul quale Perrone non transige è la necessità di costituire una compagine di governo formata da politici, guardando ai risultati delle singole liste e alle singole competenze tecniche. E poi la probabile riduzione del numero di assessori. Da 14 dell’era a probabili 12, o forse 13, ma questo ancora non si sa con certezze ed è dunque meglio aspettare qualche giorno. Periodo durante il quale Perrone ha deciso di concedersi una breve vacanza con la famiglia per ricaricare le energie. Ma durante il quale già penserà al prossimo assetto di Palazzo Carafa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!