Casarano. Pirp per contrada Botte

Assenti in consiglio comunale Forza Italia e Alleanza nazionale

All’unanimità passa, in consiglio, il progetto preliminare per la riqualificazione delle periferie. Attori sociali sono l’amministrazione comunale, la società immobiliare “Glocal Cantieri spa” e l’associazione onlus “Centro Storico”

Il consiglio comunale di casarano ha approvato, all’unanimità, lo schema preliminare di progetto che parteciperà al bando regionale relativo al “Programma integrato di riqualificazione delle periferie” (Pirp). A favore della delibera hanno votato i consiglieri di maggioranza (Margherita, Ds, Udeur) e dell’opposizione (“Casarano Amica” e “Venti di Libertà”). Nonostante l’importanza dell’argomento, che trattava uno dei più complessi progetti degli ultimi anni, i gruppi consiliari di Forza Italia e Alleanza Nazionale (l’assenza del rappresentante dell’Udc era giustificata) non hanno ritenuto di partecipare al dibattito. Il progetto è finalizzato alla rigenerazione delle periferie urbane, in particolare di contrada “Botte”, quartiere situato a sud-ovest della città, caratterizzato da otto palazzine dell’Iacp che si trovano in condizioni fatiscenti. Il Pirp di Casarano è stato elaborato con la partecipazione attiva dei residenti, per garantire interventi che rispondano ai loro bisogni, ha promosso l’iniziativa imprenditoriale locale e la partecipazione delle associazioni. Gli attori sociali del progetto sono l’amministrazione comunale, la società immobiliare “Glocal Cantieri spa” e l’associazione onlus “Centro Storico”, che si occuperà delle situazioni di disagio sociale nel quartiere. La partecipazione nella realizzazione del progetto della società immobiliare costituisce uno dei punti più interessanti ed innovativi del programma. La “Glocal”, infatti, parteciperà con proprie risorse nella realizzazione della nuova area mercatale e nelle cosiddette “case parcheggio”. L’area destinata alle fiere e ai mercati costerà 3.819.900 euro, finanziata interamente da “Glocal”, e sarà realizzata tra via Bari e la nuova Tangenziale. Sono previsti circa 300 box coperti, un’area destinata al parcheggio e una struttura di servizi (bar, ristorante, servizi igienici ecc.). E’ prevista anche la realizzazione di una gradinata (non è stata specificata la capienza) per ospitare il pubblico in occasione di eventi e spettacoli. La società immobiliare, in cambio, otterrà la gestione delle strutture per 25 anni che, alla fine del periodo, ritorneranno nel patrimonio comunale. La “Glocal”, inoltre, costruirà le cosiddette “case parcheggio” (un milione e 500mila eutro), ossia 20 alloggi che serviranno per la sistemazione provvisoria degli abitanti delle palazzine Iacp durante la ristrutturazione della loro casa. Il finanziamento che sarà richiesto alla Regione ammonta a tre milioni di euro, di cui il 60% serviranno per la ristrutturazione dei 56 alloggi di via Ungaretti: ascensori; sostituzione degli infissi; rifacimento delle facciate; sostituzione dell’impianto idrico; manutenzione straordinaria dei lastricati solari; sostituzione delle porte d’ingresso. Da sottolineare che l’Iacp di Lecce, proprietario degli immobili, non parteciperà finanziariamente al progetto. Sarà previsto anche la sistemazione di opere di urbanizzazione primaria, delle aree verdi all’interno della case popolari e la realizzazione del “Parco lineare della ferrovia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!