LEANDRO POLISTIROLI. Evento imperdibile a Lequile

Esposte per la prima volta le sculture in polistirolo di Ezechiele Leandro

La mostra Polistiroli di Leandro è il primo evento promosso dall’associazione Percorsi Meridiani

L'opera di Leandro (1905-1981) nella sua molteplice configurazione (dalla scultura ai disegni, dalla pittura agli scritti) continua ad essere oggetto di interesse e di studio. Le sculture in polistirolo, per la prima volta esposte al pubblico, rappresentano una fase della produzione dell’artista, non soltanto interessante per le soluzioni adottate, ma anche emblematica, poiché raccolgono con meno volume la critica mossa nei confronti dello spreco; sono inoltre termini di confronto dell’aver saputo dosare il rapporto con la società piena, alleggerendo le materie e conferendo allo scarto dignità di forma autonoma. La necessità della torsione e dell’avviluppo vorticoso del cemento, misto al coro polifonico dei materiali aggiunti (Santuario della Pazienza) è ormai consumata, e le sculture diventano leggere, perdendo alcune, anche, il riferimento figurale. È evidente il lavoro di ricerca della sintesi e il richiamo alla scultura africana., attraverso la modulazione delle forme, che si moltiplicano provenendo senza interruzioni, dallo stesso nucleo. Le sculture si compongono con rigore, con tagli netti assecondando la necessità di togliere e lasciando spazio ai cambi di superficie (pieni-vuoti). Anche nella scelta del colore è tregua di eccessi, alcune ne sono prive, per altre l’artista si limita al monocromo, richiamando i colori delle materie d’uso di sua conoscenza, il cemento e la terra. Con la mostra LEANDRO POLISTIROLI ci si prefigge di esporre una esigua parte di tutto il patrimonio, a tutt'oggi non ancora catalogato, con l'obiettivo di evidenziare alcune tipologie meno note dell'autore, come il ciclo in polistirolo, e comunque di dare un'idea vicina alla completezza della produzione dell'artista. In particolare, saranno esposte sculture e opere su tela e per fornire un panorama più ampio di riferimento, saranno proiettate immagini di altre opere e degli scritti, nonchè lette pagine tratte dagli scritti inediti. Curatrice della mostra è la Dott.ssa Angela Serafino.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!