Taviano volley. Licchelli subentra a Masciarelli

Avvicendamento sulla panchina della pallavolo salentina

Il debutto ufficiale di Fabrizio Licchelli come “primo” allenatore del Taviano volley avverrà in occasione del derby con il Modugno-Noicattaro. Intanto il tecnico dirigerà gli allenamenti di giovedì e domenica prossimi

Di comune accordo, per fornire uno slancio alla squadra in un particolare momento dell'annata, le esperienze stagionali della Salento d'amare Taviano volley e dell'allenatore Roberto Masciarelli si sono divise. La separazione consensuale del contratto che ha legato l'ex campione del mondo con il sodalizio guidato da Donato e Walter Bruno è giunta ieri mattina, insieme a quella di affidare la responsabilità tecnica della squadra, fino al termine della stagione agonistica, al secondo allenatore Fabrizio Licchelli. Lo stesso tecnico salentino, che ha maturato un'importante e qualificata esperienza da secondo allenatore nel corso di tutti e quattro i campionati di A2 ai quali finora ha preso parte la Salento d'amare Taviano, dirigerà da “primo” l'allenamento pomeridiano di giovedì e domenica prossimi, in occasione del derby interno con il Modugno-Noicattaro, debutterà ufficialmente in panchina. “A Roberto Masciarelli auguriamo ogni miglior risultato sportivo per la sua carriera futura – dice Donato Bruno, presidente della Salento d'amare -. Lo ringraziamo sentitamente per quanto ha fatto per i nostri colori in questi mesi che ci hanno visti lottare insieme per il bene del nostro sodalizio. Ora ci apprestiamo a vivere la parte finale della stagione, certi che la comune decisione presa con Masciarelli sia da stimolo ad una squadra che ancora può meritarsi di raggiungere il traguardo della qualificazione ai play off”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!