Gallipoli nel turismo alto

La soddisfazione del sindaco Vincenzo Barba e i progetti, di concerto con Maria Rosaria Manieri, assessora provinciale al Turismo

Collaborazioni con l’ente Porto di Bari, tra cui la partecipazione, come ospite, nello stand dell’ente, alla prossima edizione del Seatrade Cruise And Shipping Convention – Miami – Convention Center. Sono questi i risultati della presenza del Comune di Gallipoli alla Bit di Milano

I frutti della presenza del Comune di Gallipoli alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano non hanno tardato a maturare. Ed infatti la città ionica ha colto al volo l’occasione di entrare in circuiti turistici che le erano estranei. “E’ mia abitudine – ha dichiarato Vincenzo Barba, sindaco di Gallipoli – all’indomani di operazioni di promozione del territorio, chiedere all’assessore al ramo, Alessandra Pizzi, ed ai dirigenti di settore del Comune gli esiti pratici e concreti dei contatti che si sono avuti nelle fiere in cui partecipiamo. Bene, devo ammettere che dalla Bit sembra proprio che fioriranno parecchie rose”. Nell’ambito degli incontri in fiera, infatti, il Comune ha avviato rapporti di collaborazione con l’ente Porto di Bari – Gestione Terminal Passeggeri, nella persona di Manlio Guadagnalo, amministratore delegato. La collaborazione verte sulla possibilità di inserire il porto di Gallipoli all’interno delle tappe di crociere di tour operator specializzate in crociere d’eccellenza. Si tratta di offerte di turismo da crociera indirizzate ad un target medio alto, realizzate da operatori come Regent Seven Seas, Sea Dream Yacht Club, Star Clippers, Star Cruises, che fanno tappa in luoghi d’eccellenza sulle rotte di itinerari turistici qualificati. Attraverso lo stesso ente Porto di Bari, si sono avviate trattative con tour operator specializzati nella realizzazione di collegamenti portuali a mezzo imbarcazioni leggere, per la realizzazione di pacchetti turistici che prevedano lo scalo di catamarani secondo un itinerario che faccia tappa nei luoghi d’eccellenza della rete della microportualità del Mediterraneo. L’ipotesi in via di sviluppo prevede l’individuazione di un itinerario che, partendo da Bari tocchi i porti della Puglia e faccia poi rotta verso la costa siciliana o verso quella balcanica. Entrambe le ipotesi sono state condivise dalla Provincia di Lecce e in particolare da Maria Rosaria Manieri, assessora al Turismo, con la quale si è presa la decisione di avviare, nella prossima primavera, una serie di educational indirizzati ai tour operator esteri. Ma non si tratta solo di progetti. Perché l’avvio delle trattative con l’ente Porto di Bari ha prodotto anche effetti immediati. Infatti, in vista dello sviluppo delle progettualità tracciate, il Comune di Gallipoli sarà presente, ospite dello stand del Porto di Bari, alla prossima edizione del Seatrade Cruise And Shipping Convention – Miami – Convention Center, in programma per Miami dal 10 al 16 marzo prossimi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!