Tuttora dispersi

Negli USA ricomincia LOST

Per evitare che i numerosi fan sparsi in tutto il mondo restassero privi di LOST troppo a lungo, la produzione ha deciso di spezzare in due tronconi la terza stagione. Le prime 6 puntate dai primi di ottobre ai primi di dicembre. Il resto da stasera… (contiene spoiler).

Tornerò a parlare di Cinema (ho visto Miami Vice, da applausi e Capote) ma non posso far passare sotto silenzio la “ricorrenza”. Stasera infatti c'è una sorta di season premiere: l'episodio 7 della terza stagione di LOST, sospesa a dicembre al sesto. In più dal 13 febbraio Rai due manderà in onda la seconda stagione in prima visione (in chiaro). Ora, io Lost la guardo per la curiosità di sapere come andrà a finire, ma è da un po' che non mi entusiasma, anzi, per dirla tutta Lost mi ha davvero stufato, hook a non finire, schema fisso (e monotono: flashback -> qualcosa accade sull'isola -> hook), un casino di buchi narrativi… Alcuni episodi sono davvero belli (il primo o il sesto di questa terza serie ad esempio), ma la serie nel suo complesso non mi piace, la corda a mio avviso è stata tirata anche troppo e la conclusione non potrà che deluder(mi). Detto questo, visto che raccontare qualcosa della trama sarebbe difficilissimo oltre che un delitto ma considerato che tendenzialmente sono cattivo 🙂 vi lascio con un po' di immagini ricche di anticipazioni della terza serie:

Spoiler

lost

lost

lost

lost

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!