A Galatina prima del “sì”

Ritorna per la undicesima edizione “Promessi Sposi”

Il matrimonio dei sogni lo trovi alla fiera “Promessi Sposi” di Galatina che dal prossimo 1 febbraio e fino al 4 porterà in città il profumo dei confetti bianchi e tante proposte per il giorno più bello della vita

A Galatina è di nuovo tempo di matrimonio. Giovedì 1 febbraio, infatti, presso il quartiere fieristico della città, ritorna per l’undicesimo anno consecutivo la rassegna “Promessi Sposi – Il Matrimonio in Vetrina”, organizzata dall’agenzia galatinese “Pubblivela” di Gaetano Portoghese. Patrocinata dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce, dalla C.C.I.A.A. di Lecce, dal Comune di Galatina, dalla Città di Lecce, dalla Fiera di Galatina e del Salento S.p.a., ulteriormente sostenuta da oltre 60 amministrazioni locali salentine la manifestazione in questi dieci anni si è proposta come valido riferimento per l’intera Puglia e il Meridione d’Italia, per tutto ciò che concerne l’articolato mondo del matrimonio, offrendo un ventaglio ampio di idee e soluzioni atte a rendere indimenticabile il giorno del “sì”. “Promessi Sposi” ha infatti seguito in quest’arco temporale un percorso di crescita costante, dimostrato dalle oltre 200 aziende provenienti da tutta l’Italia presenti quest’anno in fiera, dal prossimo conseguimento dello status di “salone nazionale”, da quello già acquisito di “salone regionale”, senza dimenticare le migliaia di giovani coppie e visitatori, attratti e incuriositi dalla qualità e dal gusto di quanto esposto. Orario d’apertura: tutti i giorni dalle ore 16.30 alle 22; domenica dalle 10 alle 22.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!