Aspettando il Napoli

Per la gara di sabato si prevede una numerosa affluenza di campani per questo verranno ospitati tutti in curva sud

La sfida contro gli uomini di Reja sulla carta non è affatto facile. Dalla loro i giallorossi possono contare su un ritrovato ottimismo dell'ambiente che però, dopo la gara contro il Cesena, attende una risposta ancora più forte e incisiva.

Come ci si aspettava, per la gara di sabato contro il Napoli il via del Mare sarà gremito, quanto meno di campani, infatti in previsione della numerosa affluenza di tifosi avverarsi, la Questura di Lecce ha previsto, per garantire la sicurezza, di riservare l’intera curva sud dello stadio a questi ultimi, come d’altronde aveva già fatto per i tifosi del Bari, mentre gli abbonati di questo settore troveranno posto in tribuna est e gli abbonati dei Distinti sud-ovest saranno in tribuna centrale inferiore. Nel frattempo prosegue l’allenamento dei giallorossi in vista della difficile sfida che li attende. Nel pomeriggio di ieri la squadra ha lavorato agli ordini di Oddi e Lucchesi, mentre mister Papadopulo era a Roma, insieme a Zanotti e Giacomazzi, per partecipare alla riunione tra dirigenti di società, allenatori e capitani delle squadre di serie A e B con gli arbitri della Can. Assenti all’allenamento ancora Angelo e Osvaldo che non saranno disponibili per la gara di sabato. Sul fronte campano procede tutto o quasi serenamente visto che gli uomini di Reja guarderanno gli avversari dall’alto della loro posizione in classifica e forti della seconda miglior difesa del campionato. Per quanto riguarda il reparto avanzato invece il mister non potrà disporre di Calaiò, il quale nel corso della gara contro il Verona (vinta per 1 a 0) è stato espulso, ma al suo posto dovrebbe esserci De Zerbi in coppia con Bucchi, versione già provata nel corso della partitella di ieri. Continua a tenere ancora banco la situazione di Pià che in più occasioni ha manifestato apertamente la volontà di andare via “per avvicinarsi alla propria famiglia”, come ha spigato Reja, motivando così l’assenza dell’attaccante contro il Verona (non pervenuto neppure in panchina: “E’ giù di morale e non mi è sembrato in condizioni ottimali per essere impiegato”. Mentre lo stesso Pià in passato aveva dichiarato: “Se non gioco me ne vado. Aspetto gennaio per vedere che succede”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!