Carburante agricolo: si cambia

Cambiano le modalità di richiesta del carburante agricolo

Da pochi giorni è cambiata la modalità di richiesta del carburante “colorato” per le macchine delle aziende agricole, sarà un cambio graduale.

Dall'inizio dell'anno si riscontrava nel Salento confusione riguardo le modalità di richiesta di carburante “colorato” da utilizzare per le macchine delle nostre aziende agricole. Vi era una sola certezza: il colore, rimasto sempre tale evidentemente per distinguerlo a prima vista dalle altre tipologie. Oggi si è svolta una riunione chiarificatrice organizzata dall'Assessorato Regionale Risorse Agroalimentari in cui sono state date nuove disposizioni inerenti il cambiamento della modalità di richiesta del carburante. Con effetto immediato è stata disposta l'attribuzione per tutte le aziende dell'anticipazione del 50% dei quantitativi attribuiti nell'anno 2006 al netto delle rimanenze, a presentazione di idonea dichiarazione, presso gli uffici UMA, autocertificando le quantità utilizzate per il predetto anno 2006. Tale procedura sarà attuata fino al 31 marzo p.v.. A partire dal 1 aprile p.v. previo aggiornamento del fascicolo aziendale da effettuarsi presso i CAA (Confagricoltura, Coldiretti,etc..), gli agricoltori dovranno presentare istanza compilata analiticamente per poter ottenere la rimamente parte. Il settore dell'agroalimentare si informatizza così sempre più nei suoi vari ambiti. www.studioagronomicostea.com CAA Confagricoltura Pl.zzi Jeca Casarano

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!