488: truffa a Tiggiano

Sigilli preventivi per 320mila euro ai beni dei Marra, imprenditori nell’abbigliamento

Strani movimenti sui conti correnti e la banca chiede l’intervento della Guardia di finanza. Questa rileva fatture false e altrettanto false attestazioni di pagamento. Dovranno rispondere di truffa ai danni dello Stato i Marra

Per presunta truffa alla legge 488 sull’imprenditoria meridionale, i finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria hanno messo i sigilli a quattro appartamenti della famiglia Marra di Tiggiano a Santa Maria di Leuca del valore complessivo di 320mila euro e ad una quota della società che detiene la proprietà di altre otto case del valore stimato in 250mila euro. L’inchiesta del pubblico ministero Imerio Tramis contesta ai fratelli Alessandro, Bruno e Sergio e al padre Rocco una truffa ai danni dello Stato di poco meno di 320mila euro. I Marra finirono nel mirino dei finanzieri già a marzo scorso con li sequestro del capannone di Tiggiano e poi a giugno con gli arresti per non aver impiegato i finanziamenti ottenuti per gli scopi previsti, ovvero produrre capi di abbigliamento dando lavoro ad una ventina di nuovi assunti. Così le fiamme gialle avviarono le indagini su segnalazione della banca circa movimenti sospetti sui conti correnti e constatarono la presenza di fatture false e false attestazioni di pagamento delle stesse. Spetta agli avvocati Luigi Piccinni, Andrea Sambati e Gennaro Ingletti difendere la famiglia di imprenditori.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!