Un nuovo incontro sul Polo Umanistico

Obiettivo: coinvolgere i Comuni limitrofi a Lecce

Adriana Poli Bortone, sindaca di Lecce, allarga il tavolo sul Polo Umanistico e punta sui fondi comunitari 2007/2013 per la programmazione universitaria. Il 20 novembre il prossimo dibattito

“Abbiamo fissato per lunedì 20 novembre un nuovo incontro presso l’Università di Lecce non solo con i Comuni di Monteroni e Arnesano, ma, come ho chiesto ripetutamente, anche con Cavallino e tutti i Comuni confinanti con il capoluogo”. Lo ha annunciato Adriana Poli Bortone, sindaca di Lecce, all’indomani dell’incontro sulla questione del Polo Umanistico, che si è tenuto ieri sera a Palazzo Carafa con i rappresentanti di Università di Lecce, Regione Puglia e Provincia di Lecce. “Non avrebbe senso, infatti, parlare di area vasta, di programmazione territoriale e quant’altro – ha spiegato il primo cittadino del capoluogo salentino- senza coinvolgere i Comuni della cinta intorno a Lecce. Confermato dai quattro partners, infatti, l’accordo sottoscritto da tempo sul Polo Umanistico, personalmente ho ritenuto limitativa la richiesta della Provincia di aprire un tavolo solo con Monteroni e Arnesano. Più giusto è affrontare la prossima programmazione universitaria partendo dai fondi comunitari 2007/2013 con tutti i Comuni che insieme con Lecce rappresentano una fetta di territorio interessata dai vecchi o dai nuovi insediamenti universitari. In qualità di vicepresidente Anci ho sostenuto e richiesto l’inserimento di un emendamento al Quadro di Sostegno Nazionale 2007/2013 volto a suffragare le politiche urbane con il supporto tecnico di Università e poli tecnologici. Il rettore Limone – ha continuato – ha fatto delle proposte interessanti per Arnesano e Monteroni, ma non va sottovalutata la presenza di Cavallino che nel tempo ha già dimostrato tanta disponibilità nei riguardi della nostra Università. D’ora in poi, dunque, sarà utile creare le condizioni di una presenza attiva della Consulta istituzionale attivata dall’Università di Lecce, una Consulta che dovrà dare indicazioni utili alla programmazione universitaria per evitare che un giorno si spinga sull’istituzione della Facoltà di Medicina, un altro su quella di Agraria, un terzo su quella del Turismo, senza che le richieste siano suffragate da un quadro economico realistico, ma soprattutto da una preventiva concertazione territoriale sui servizi in primo luogo, che non possono essere a carico della città capoluogo. Mi auguro – ha concluso la sindaca di Lecce – che già a partire da lunedì prossimo si possa ragionare in termini di condivisione preventiva delle scelte di politica universitaria, consapevoli di non dover ledere minimamente l’autonomia dell’Ateneo, ma con la voglia di non perdere l’ultimo treno, per la verità ben fornito, di fondi comunitari che la Regione potrà orientare secondo le indicazioni delle Istituzioni territoriali”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!