“Monticava” e “Sud gas”. Truffe allo Stato

Contributi illeciti. Indagano pm Tramis e Guardia di Finanza

Finanziamenti pubblici per lo sviluppo delle imprese. Peccato che i lavori erano già stati eseguiti prima che i progetti venissero presentati. Nei guai l’azienda Montinaro di Campi Salentina

Nei giorni scorsi il Nucleo provinciale di polizia tributaria della Guardia di Finanza ha sequestrato a Campi Salentina la “Monticava” dei fratelli Mario e Pasquale Montinaro. Un altro filone di inchiesta riguarda un’azienda del gruppo, la “Sud gas” di Poggiardo. E’ stata concessa la facoltà d’uso all’azienda nata negli anni ’50 per la produzione di materiale edile ricavato dalle cave, ed oggi impegnata sui fronti delle opere idrauliche, dell’edilizia e del trattamento dei rifiuti. Alla Finanza spetta accertare se un finanziamento di circa un milione e 200mila euro ottenuto dall’azienda di Campi Salentina con i Patti territoriali, sarebbe stato riscosso grazie a falsa fatture e a dichiarazioni di opere di ampliamento dell’azienda realizzate, invece, prima ancora di presentare il progetto (fra queste anche un capannone costruito nel 1995). L’altro filone di indagine riguarda il finanziamento di un milione e mezzo di euro ottenuto dalla “Sud gas” di Poggiardo, l’azienda dei fratelli Montinaro specializzata nella selezione, nel trattamento e nel recupero dei rifiuti. Il pm Tramis e la Guardia di Finanza stanno indagando sull’incentivo ottenuto, anche in questo caso, con i Patti territoriali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!