Marchi d’area: punto della situazione

Mercoledì 15 novembre sono previsti una serie d’incontri con lo stesso obiettivo. informaresullo stato di attuazione del progetto

“Marchi d’area”. La Provincia di Lecce fa il punto sull’attuazione del progetto e sui prossimi passi da compiere. Ovvero una giunta monotematica e vari incontri con la commissione consiliare, i sindaci del Salento e le associazioni di categoria

Territorio e amministratori a confronto sui “Marchi d’area”. La giornata di mercoledì 15 novembre sarà caratterizzata da una serie di incontri che hanno tutti lo stesso obiettivo: informare sullo stato di attuazione e sulle potenzialità dell’importante progetto avviato dalla Provincia di Lecce. In particolare, alle 10, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, Maria Rosaria Manieri, assessore alla gestione territoriale e al turismo e marketing territoriale terrà un incontro con sindaci e associazioni di categoria. Il tema è “Marchi d’area, dalle produzioni tipiche allo sviluppo del territorio”. Alle 12, invece, il momento informativo si sposta per incontrare la V Commissione consiliare, che si occupa di turismo, agricoltura e attività produttive, presieduta da Roberto Schiamone, consigliere provinciale. Infine, sul tema dei “Marchi d’area” si terrà una specifica giunta, presieduta da Giovanni Pellegrino, presidente della provincia di Lecce, nella sala giunta di Palazzo Adorno, alle ore 15, anche per prefigurare i prossimi passi dell’iniziativa di sviluppo. Tutti gli incontri saranno supportati, oltre che dall’assessorato competente, anche da due esperti di Italia Lavoro: Domenico Bova, responsabile del progetto e Fabiola Sfodera dell’Università “La Sapienza” di Roma. Il progetto coinvolge il parco nazionale del Gran Sasso e monti della Laga, il parco nazionale del Cilento e Valle di Diano, il parco regionale dell’Adamello e la provincia di Lecce. Promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, affidato a Italia Lavoro e cofinanziato dagli enti partecipanti, muove dalla volontà di creare sviluppo e occupazione nel settore agroalimentare in aree particolarmente vocate. Una sfida per lo sviluppo sostenibile del territorio che passa attraverso il rafforzamento della qualità dei prodotti e il supporto ai produttori, ma anche attraverso l’utilizzo di un marchio che dia visibilità al territorio e renda riconoscibili i prodotti tipici alimentari e artigianali, che valorizzi e promuova le bellezze paesaggistiche e le strutture di accoglienza. Interventi, questi, che verranno accompagnati dalla realizzazione di azioni formative per la creazione di nuove professionalità tra i giovani. Il programma “Marchi d’area – Strumenti per lo sviluppo dell’occupazione nel settore agroalimentare” ha quindi il fine di realizzare nuovi modelli sperimentali nel settore agro-alimentare, del turismo e dell’artigianato, in particolare della produzione, qualificazione e diffusione dei prodotti locali, finalizzati allo sviluppo del territorio e all’aumento dell’occupazione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!