Taviano volley, ancora un ko

La maledizione del tie-break colpisce la Taviano volley anche contro Loreto

Taviano-Loreto inizia con Donato e Walter Bruno, massimi dirigenti dellaTaviano volley, che consegnano agli ex Leo Rodrigues e Matteo Pesenti la maglia giallorosa, personalizzata, con la coccardina tricolore per la vittoria della TIM Cup edizione 2005-2006. Un riconoscimento dovuto a due dei protagonisti della splendida scorsa annata dei salentini

Il match della Taviano Salento d’Amare inizia con il riconoscimento ufficiale, da parte dei massimi dirigenti del team giallorosso, Donato e Walter Bruno, che consegnano agli ex Leo Rodrigues e Matteo Pesenti, una maglia personalizzata con la cocardina tricolore per la vittoria della TIM Cup edizione 2005-2006. Un riconoscimento dovuto a due dei protagonisti della scorsa stagione dei salentini. Poi spazio alla partita. Masciarelli lascia il tedesco Liefke in panchina, ed assegna al greco Armenakis il ruolo da titolare sin dall'avvio del match per completare la diagonale con capitan De Giorgi. Per il resto formazione annunciata con Botti e Lorenzi centrali, i brasiliani Dante e Zanette di banda e De Pandis libero. Si rivede anche Tomassetti che, seppur ancora non al meglio per i postumi dell'infortunio subito a Spoleto, siede in panca per incitare i suoi compagni. La partita è subito bella ed avvincente. Tanto Taviano quanto Loreto si dannano l'anima per indovinare il break per scappare avanti. Ne viene fuori invece un testa a testa incredibilmente emozionante che porta le due contendenti in parità fino al punto del 19-19. Poi la Salento d'amare fa suo un parziale di 5-2 (24-21) che avrebbe potuto consegnare in surplace il set ai salentini. Invece una decisione arbitrale lungamente contestata dai padroni di casa rimette in quota la Esse-ti, che riagguanta Taviano. Decisivi sul 26 pari sono Zanette, schiacciata vincente che apre al sesto set ball dei leccesi, e Rodrigues, che dall'altra parte della rete manda invece fuori la sua conclusione. Secondo set. Loreto si presenta in campo con un altro piglio. Imprime il suo sigillo al parziale sin dalla prima palla, anche perchè la Salento d'Amare appare la brutta copia di quella cinica e determinata vista nel gioco di apertura. La conseguenza logica è un set vissuto dagli ospiti costantemente in vantaggio, e chiuso sul 25-14 senza trovare l'opposizione di un Taviano che pecca oltre misura soprattutto in ricezione, punita da un trascinante Peda. Di buono nelle fila dei padroni di casa c'è il ritorno in campo sul 18-12 per Loreto di Daniele Tomassetti, chiamato in battuta da Masciarelli. Ottenuta la parità, la Esse-ti continua a tenere alta la guardia e si presenta al primo time out tecnico avanti di due. I loretani amministrano ed incrementano il loro vantaggio, vanno sul 12-6, poi si presentano alla seconda sospensione obbligatoria vantando il +5 sui leccesi. La reazione dei padroni di casa, tra i quali in pianta stabile torna a giocare Liefke al posto di Armenakis, arriva sul 20-14 per gli ospiti. Con Dante in battuta Taviano fa un parziale di 5-0, che fissa il tabellone sul punteggio di 20-19. Ci pensa Rodrigues a togliere la castagne dal fuoco loretano, ma è soltanto un'illusione perchè un ace di Liefke riporta lo score in parità (22-22). L'equilibrio perdura fino al 24-24, quando scatta il rendez vous del set, tutto in una battuta errata di Botti ed in una bordata vincente di Rodrigues: 26-24 per Loreto. Taviano si ritrova così a rincorrere per la prima volta nel match. Riguadagna gli stimoli necessari per una riagguantare il pari e comincia ad assediare la ricezione ospite. Il vantaggio è sin da subito dei leccesi che non mollano la presa. Sospinti da Liefke e Zanette i giallorossi macinano punti su punti e presentano ai loretani il conto del pari in poco più di 23 minuti, chiudendo facile facile sul 25-19. Il terzo tie-break di fila, così come con Santa Croce e Bassano, per la Salento d'Amare inizia male. Loreto fa 3-0 con Visentin in battuta, poi rifiata un attimo, ma si riprende dall'empasse con un altro break di quattro punti che permette loro di andare al cambio di campo sull'8-2. La corsa di Loreto praticamente non si arresta più, nonostante una tardiva reazione d'orgoglio dei salentini. Taviano si lascia sfuggire la possibilità di fare propria per la prima volta nella stagione una gara da ciqnue set, e consegna alla Esse-ti vittoria e due punti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!