RiverNet premia i migliori

Lunedì 6 novembre la premiazione del concorso di idee per le scuole su “fiumi e cittadini: restauro funzionale e sviluppo sostenibile del fiume Idro”

“Fiumi e cittadini: restauro funzionale e sviluppo sostenibile del fiume Idro”. E’ questo il tema del concorso di idee per le scuole di “RiverNet”, progetto promosso dalla Provincia di Lecce e dalla Regione Puglia, in collaborazione con l’Università di Lecce

Lunedì 6 novembre, nella suggestiva cornice del Castello di Otranto, ci sarà la cerimonia di premiazione del concorso di idee, che ha visto prevalere gli Istituti Comprensivi di Otranto e Cursi. La cerimonia prenderà il via alle ore 10, con i saluti istituzionali di Francesco Bruni, sindaco di Otranto, di Bernardo Notarangelo, dirigente settore Mediterraneo della Regione Puglia, e di Cosimo Durante, assessore allo Sviluppo Locale e Politiche UE della Provincia di Lecce. I lavori proseguiranno con gli interventi di Alberto Basset (Università Lecce), Vito Felice Uricchio (IRSA-CNR Bari), Michele Aresta (Centro METEA Università Bari), Tommaso Farenga (Comune Otranto), Elio Lia (dirigente Istituto Otranto) e Lina Tau (dirigente Istituto Cursi). A moderare la giornata Carmelo Calamia, dirigente Settore Politiche UE della Provincia di Lecce. La premiazione delle scuole vincitrici avverrà alle ore 12.30. Il progetto “RiverNet” è centrato sulla reintegrazione degli ecosistemi fluviali nella vita socio-economica e culturale della comunità locale attraverso la riqualificazione e conservazione dei tratti che attraversano le città. Il progetto si articola in due fasi principali che prevedono: azioni di innovazione eco-tecnologica, trasferimento di best practice, formazione e divulgazione delle tematiche relative allo stato di salute ecologica degli ecosistemi fluviali; azioni pilota di rivitalizzazione e reintegrazione degli ecosistemi fluviali nella vita dei cittadini. “Questo progetto – dichiara Cosimo Durante, l’assessore provinciale allo Sviluppo Locale e Politiche UE – si sviluppa in tre grandi aree regionali transfrontaliere del Mare Adriatico ed in particolare l’Albania, l’Abruzzo e la Puglia. Tra le attività previste in Puglia dal progetto stesso, il concorso di idee per le scuole sulle tematiche della conservazione degli ecosistemi acquatici. Gli elaborati di due scuole, gli Istituti di Otranto e Cursi, sono stati prescelti, segno che i nostri giovani hanno accresciuto la coscienza critica per la salvaguardia del territorio, ed in particolare per i tratti fluviali che attraversano la propria terra”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!