Ognissanti a Lecce

Modifiche alla circolazione stradale ed all’orario di accesso al cimitero

Per la commemorazione dei defunti nelle giornate dal 31 ottobre al 2 novembre la circolazione stradale e gli orari di accesso al cimitero subiranno delle modifiche. Ecco quali

In occasione della commemorazione dei defunti l’Assessorato ai Servizi Necroscopici e Cimiteriali del Comune di Lecce, di concerto con gli Assessorati al Traffico e alla Mobilità e alle Attività Produttive, ha apportato alcune modifiche all’orario di accesso al cimitero, alla circolazione stradale nell’area cimiteriale ed alle modalità di espletamento del commercio ambulante per la vendita dei fiori. Il cimitero rimarrà aperto sino a giovedì 2 novembre ininterrottamente dalle ore 7 alle 18. Nelle giornate di lunedì 30 e martedì 31 ottobre sarà consentito l’accesso carrabile con entrata dall’ingresso principale di via San Nicola ed uscita dal nuovo cancello posteriore in prossimità della superstrada Lecce-Brindisi con proseguimento in via Carluccio. Nelle giornate di mercoledì 1 e giovedì 2 novembre sarà consentito solo l’accesso ai veicoli al servizio dei portatori di handicap muniti di apposito contrassegno ed a quelli di autorizzazione dei servizi cimiteriali, che dovranno accedere dall’incrocio di via Taranto, con uscita dal nuovo cancello nei pressi della superstrada Lecce-Brindisi con l’obbligo di svoltare a sinistra in direzione della superstrada. E’ stato istituito, inoltre, per tutti i veicoli fino a martedì 31 ottobre(dalle ore 7 alle 18) il senso unico di circolazione veicolare in via San Nicola (da viale Calasso a via Genuino), via Carluccio (da via Genuino alla superstrada Lecce-Brindisi), via Genuino (da via Carluccio sino al tratto della stessa via che costeggia l’Hotel Tiziano e nel tratto costeggiante l’Hotel Tiziano, dallo slargo esistente alla superstrada Lecce-Brindisi). È stato istituito (fino a martedì 31 ottobre, dalle ore 7 alle 18), inoltre, il divieto di transito a tutti i veicoli in via Genuino, nel tratto compreso tra viale Calasso ed il primo slargo adibito a parcheggio per veicoli, ad esclusione dei soli residenti. Vigerà, infine, divieto di sosta e fermata con rimozione forzata per tutti i veicoli nelle giornate di mercoledì 1 e giovedì 2 novembre (dalle ore 7 alle 18) lungo le vie S. Nicola, via di Valesio e viale dell’Università (nei tratti compresi tra via Taranto e via S. Nicola), via V. Carluccio (compresa la bretella d’innesto che dalla superstrada Lecce-Brindisi conduce sulla stessa via), via Genuino (allo slargo esistente sulla stessa via a via Carluccio). Sono esclusi dal divieto di transito i cortei funebri, i bus urbani che percorreranno via Carluccio nei due sensi di marcia nel tratto compreso tra viale Calasso ed il piazzale antistante il cimitero, i mezzi di soccorso, i servizi di emergenza, i mezzi delle forze di Polizia, i mezzi militari in occasione della cerimonia al Sacrario del cimitero (che dovranno accedere sul piazzale antistante al cimitero dalla via Carluccio), i veicoli dei residenti (dovranno comunque rispettare il divieto di fermata). Sono esclusi, altresì, dal divieto di accesso di via Carluccio (limitatamente al tratto tra la nuova bretella di innesto dalla superstrada Lecce-Brindisi ed il cancello di uscita del cimitero), i veicoli interessati a raggiungere la sede dell’elettrauto ivi esistente, nella sola giornata di giovedì 2 novembre (dalle ore 7 alle 18).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!