Violenza domestica

Un dramma spesso ignorato

Non si scappa di casa solo per amore. Le peggiori violenze contro donne e bambini avvengono nel luogo che dovrebbe essere il più sicuro: la casa. Un'insieme di studi condotti dall'ONU in 21 paesi rileva che una percentuale variante tra il 7 e il 36% delle donne afferma d'esser stata vittima di abusi sessuali durante l'infanzia. La maggior parte degli abusi è avvenuta in ambito familiare. Per le donne tra i 15 e i 44 anni la violenza è la prima causa di morte e di invalidità: ancor più del cancro, della malaria, degli incidenti stradali e persino della guerra. Questo dato sconvolgente, è il frutto di una ricerca condotta dalla Harvard University. Si stima che ogni anno, su scala mondiale, tra i 133 e i 275 milioni di bambini assistano a violenze familiari. Fuggire a testa bassa dalla violenza di tutti i giorni non è l'unica soluzione. La cosa migliore sarebbe denunciare gli aggressori, anche e soprattutto se si tratta di persone che ci sono care, perchè non c'è amore che passi attraverso un ceffone.

UNGENANNT Fermati e guardami Io sono qui è mai ti abbandonerò Ero vicino a te e ho ascoltato le tue urla Quando tuo padre ti insegnava cosa era l'obbedienza sò anche che mai scorderai la carezza straziante del cuoio Sei fuggita da casa e ti ho seguito In quella tagliente notte Quando per il freddo tremavi Non mi sono voltato di fronte le tue lacrime Ma ho affrontato quell'anima color piombo Ascoltando il suo smarrito canto Poi ho sciolto il laccio emostatico Quando ancora più in basso volevi fuggire Per cercare il paradiso in questo inferno stanco Straziandoti il cuore con dolci aghi Adesso il vuoto dimora in te E la fine stà per arrivare Prendimi per mano Lasciamo questo mondo di oscuri silenzi Vieni con me che nome non ho Lasciando tutto alle spalle Senza incertezze Senza rimpianti (Davide Ferendeles) inviate le vostre poesie all'indirizzo per_verso@libero.it o inserite i vostri commenti

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!