Cantieri Koreja sotto la luna

Eugenio Barba ai Cantieri Koreja di Lecce per la presentazione di Dimettersi dal sud

Attesissimo e imperdibile l’ultimo appuntamento con l’Odin Teatret nell’ambito del progetto del Teatro Pubblico Pugliese, sostenuto dalla Regione Puglia in collaborazione con le Province di Lecce e Foggia

Grande attesa per la straordinaria presenza di Eugenio Barba a Lecce: il Salento festeggia i suoi 70 anni, accogliendo il maestro fra le pareti di quel teatro pugliese dove la sua eredità artistica e umana ha trovato maggiori attenzioni e fecondi risvolti. A nome di tutta la comunità salentina, gli auguri di buon compleanno saranno personalmente dati da Giovanni Pellegrino, Presidente della Provincia di Lecce. Venerdì 13 ottobre alle ore 18 presso i Cantieri Teatrali Koreja in Via Dorso a Lecce, il grande regista e teorico dello spettacolo, fondatore dell’Odin Teatret, incontra pubblico e giornalisti in occasione della presentazione del libro di Franco Ungaro “Dimettersi dal Sud” con prefazione di Goffredo Fofi, pubblicato da Laterza. Saggio, racconto e reportage, ricco di immagini, umori, suoni e visioni, Dimettersi dal Sud è il racconto in presa diretta di una esperienza teatrale particolare, quella di Koreja, radicata in un Salento ricco di fascino e contraddizioni, arcaico ed innovativo allo stesso tempo e di cui l’autore indaga luoghi, relazioni e utopie. Ma Il libro getta sovente e volentieri lo sguardo al di fuori del teatro, al di fuori della letteratura e dei luoghi comuni che lo circondano, con incursioni soventi nelle paludose e stagnanti acque della politica culturale e di una città, Lecce, che sta distruggendo inconsapevolmente il proprio tessuto identitario. Racconta soprattutto gli innumerevoli incontri straordinari con artisti e uomini straordinari che hanno accompagnato il cammino di Koreja: ad Aradeo Cesar Brie, Iben Nagel Rasmussen, Luca Ruzza, Nicola Savarese, Marco Paolini, Leo De Berardinis, Stefano De Matteis, Alfonso Santagata, Matteo Salvatore, Gabriele Vacis e poi a Lecce in un elenco infinito e prolifico di suggestioni, riflessioni e contaminazioni. Il libro ricostruisce amori, successi e insuccessi, ossessioni e visioni di una comunità teatrale che continua ad operare lontana dallo star system e dall’impero mediatico, impegnata a valorizzare il patrimonio di energie, risorse e memorie di un territorio in un dialogo costante e ravvicinato con la contemporaneità. A seguire alle ore 20.45 Strade Maestre replica, Le Grandi Citta’ Sotto la Luna spettacolo in forma di concerto, con l’intero ensemble dell’Odin Teatret. La luna osserva e scavalca le grandi città che ardono sotto di lei, dalle metropoli europee a quelle dell’Asia Minore; da Hiroshima ad Halle; dalla Cina Imperiale all’Alabama. La voce della luna è beffarda o attonita, indifferente o dolorosa, fredda o incandescente. La sua misericordia ignora malinconia e consolazione. Le città per belle che possano sembrare, non hanno un’anima. Hanno persone, alcune indifferenti e amorfe. […] o perse nell’illusione del campanilismo. Ed altre ancora con fame e sete spirituali. Per cercare di incontrare queste ultime, il teatro fa le sue irruzioni. “Non credo che abbia senso porsi in termini generali il problema del rapporto con le città – afferma Barba – Le città sono multiple. Sono fatte a strati. Incarnano l’urbanistica del potere o l’idolatri monumentale e solenne. Ma sono anche cunicoli sotterranei dai quali il popolo nascosto può affiorare per un attimo e subito scomparire oppure si presentano come un nodo di linee di confine fra territori diversi, linee di incontri e di conflitti. Ma soprattutto, una città si identifica con qualcosa di molto personale: alcuni volti conosciuti, dei quali ci si può fidare, con i quali è un privilegio incontrarsi.” La mia città è dove c’è gente che mi accoglie, che si interessa alla mia arte, che mi ascolta” con Kai Bredholt, Roberta Carreri, Jan Ferslev, Tage Larsen, Iben Nagel Rasmussen, Julia Varley, Torgeir Wethal, Frans Winther, Augusto Omolú Regia di Eugenio Barba Ingresso: Spettacoli Intero € 10 Ridotto € 7 Info: 0832-242000 www.teatrokoreja.com

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!