Alfredo Prete, via alle proposte concrete

Brindisi, crocevia dei traffici aerei del Mediterraneo

Stilato un documento con le proposte avanzate al tavolo di concertazione convocato da Alfredo Prete, presidente della Camera di commercio di Lecce, per risolvere la situazione dell’aeroporto di Brindisi, che a causa delle scelte Alitalia, rischia di essere emarginato dal resto del Paese

“Apprendo con piacere quanto sta avvenendo in queste ore a Roma, dove l’assessore regionale ai Trasporti, Mario Loizzo, è impegnato a discutere con il ministro ai Trasporti Alessandro Bianchi ed i vertici della compagnia aerea di bandiera Alitalia, circa la sospensione del volo che collega lo scalo salentino di Brindisi con l’hub di Milano Malpensa. È questo un momento in cui occorre esprimere un comune intento ed agire congiuntamente, con l’obiettivo di tutelare gli interessi del territorio salentino che rischia di rimanere emarginato a causa di alcune scelte fatte da soggetti che non sembrano avere a cuore lo sviluppo omogeneo dell’intero territorio nazionale – continua ancora l’assessore – a parte la disponibilità a partecipare o meno ai vari incontri che si sono svolti, queste problematiche devono avere un'unica soluzione: la tutela ed il sostegno del sistema economico-sociale salentino – quindi conclude Loizzo – resta ferma l’intenzione di redigere, quale sintesi delle varie proposte raccolte durante il tavolo che si è svolto in Camera di commercio, un documento che contenga proposte finalizzate allo sviluppo della rete dei collegamenti aerei che rendano lo scalo di Brindisi il crocevia dei traffici aerei del Mediterraneo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!